Mercoledì, 16 Giugno 2021
Politica

Spostati i pagamenti Cosap e Cimp al 2021. Costalonga: «Confermati anche i plateatici»

Due comunicazioni: una per far slittare al prossimo anno le scadenze della tassa sull'occupazione di suolo pubblico e quella sulla pubblicità. L'altra, per confermare la maggiorazione del 50%. Le nuove date

Non uno solo ma due provvedimenti. Il primo arriva dal Comune. La giunta comunale approverà, nella sua prossima seduta e su proposta dell'assessore ai Tributi Michele Zuin, la delibera di modifica delle scadenze di versamento della Cosap e della Cimp (occupazione di suolo pubblico e pubblicità per le imprese) per l'anno 2020. Le scadenze di versamento della Cosap e della Cimp erano previste per il 31 dicembre 2020 per i versamenti dovuti in un'unica soluzione. Invece, in caso di importi ratealizzabili, alle scadenze del 31 dicembre 2020 per la prima rata, del 31 gennaio 2021 per la seconda rata, del 28 febbraio 2021 per la terza rata e 31 marzo 2021 per la quarta rata. Grazie alla delibera queste scadenze verranno, quindi, rideterminate al 31 maggio 2021 per i versamenti dovuti in un'unica soluzione e, nel caso di importi ratealizzabili, alle scadenze del 31 maggio 2021 per la prima rata, del 30 giugno 2021 per la seconda rata, del 31 luglio 2021 per la terza rata e 31 agosto 2021 per la quarta rata. «Gli sforzi fatti in questi anni per rimettere in ordine i conti del Comune di Venezia, ci consentono di essere uno dei Comuni più virtuosi d'Italia - spiega l'assessore -. Per Cosap e Cimp, un ulteriore spostamento delle scadenze dell'anno 2020 ci permette di venire incontro alle esigenze dei nostri cittadini e delle attività economiche colpite da questa terribile pandemia».

In merito all'annunciata modifica, l'assessore al Commercio Sebastiano Costalonga rilascia poi la seguente dichiarazione: «Il provvedimento, in adozione la prossima settimana, rafforza la mia convinzione sull'utilità di aver convocato ai tavoli di Lavoro tutti gli attori preposti a rappresentare le numerose attività commerciali del territorio, tra istituzioni, associazioni, confederazioni, categorie e parti politiche, riunite per un confronto utile a fornire sostegno nella forte difficoltà economica vigente. Agli oneri tributari si aggiunge un altro atto con cui potrà essere concessa l'estensione dell'utilizzo dei plateatici, ad oggi riconosciuti nella maggiorazione del 50%, protraendone la scadenza fino alla fine dell'emergenza in corso. Tra le soluzioni di immediata fattibilità - conclude Costalonga - quest'amministrazione ha saputo cogliere che la propria partecipazione poteva esprimersi nel favorire slittamenti nei pagamenti e un ampliamento all'uso di spazi pubblici, che si rendono in tal modo fruibili dalla cittadinanza intera. Il ringraziamento più sentito va al sindaco Luigi Brugnaro».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spostati i pagamenti Cosap e Cimp al 2021. Costalonga: «Confermati anche i plateatici»

VeneziaToday è in caricamento