menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Federica Pellegrini seconda nella finale dei Mondiali dei 200 stile

La campionessa di Spinea è arrivata a un soffio dall'oro: "Dieci anni fa qui fu argento, ma ora è sorprendente". Ottavo Mattia Pesce nei 50 rana

Un paio di anni fa un secondo posto sarebbe stata una tragedia. Oggi no. Non ci crede nemmeno lei, Federica Pellegrini, a essere arrivata a tanto così dall'oro. Un'ultima vasca portentosa e l'arrivo che purtroppo ha stoppato sul più bello la rimonta della campionessa di Spinea, bruciata quasi sul filo di lana da Melissa Franklin. Terza l'altra storica rivale Camille Muffat. Si tratta di un risultato straordinario, che rilancia le ambizioni dell'atleta italiana in una gara che quest'anno non era mai stata preparata.

"Sono contenta - ha dichiarato Federica Pellegrini ai microfoni di Rai Sport - Mi passano per la testa tantissime cose in questo momento. Non mi sarei mai aspettata di riuscire a competere con le migliori in una gara che non ho preparato negli ultimi mesi. Sinceramente non mi aspettavo di prendere una medaglia oggi, quindi va bene così".

Volto sorridente e tono di voce squillante. La campionessa è tornata? Di certo l'ItalNuoto si risveglia da un torpore che durava dall'Olimpiade fallimentare di Londra. Per la Pellegrini si chiude comunque un cerchio: "Dieci anni fa è iniziato tutto da qui - sottolinea - Anche allora fu medaglia d'argento. Ora però siamo tornati (parla al plurale, ndr) in maniera strepitosa. Il tempo di oggi fa pensare. Se questa gara fosse stata preparata ci sarebbe stato ancora tanto da limare".

Alla fine un saluto ai tifosi, che non l'hanno mai abbandonata (specie su Twitter): "Ringrazio chi mi ha scritto e mi ha fatto i complimenti in questi giorni - conclude - Ora per me il Mondiale continua domani e dopodomani (giovedì e venerdì, ndr) con la staffetta e i 200 dorso".

Per il ranista di Rio San Martino Mattia Pesce, invece, un onorevole ottavo posto nella finale mndiale dei 50 metri. Poco soddifatto della sua partenza. Per lui, però, la competizione iridata ha dispensato solo soddisfazioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento