Pioggia di premi sul Cus Venezia: "Lo sport è cultura e impegno. Rappresenta i valori giusti"

Giovedì cerimonia di premiazione all'Auditorium Santa Margherita. Riconoscimenti agli sportivi che si sono contraddistinti negli ultimi mesi. A Margherita De Cal il premio "Sport è cultura"

Dopo il regista di grandi eventi, Marco Balich, è stata Margherita De Cal, ex campionessa mondiale ed istruttrice fin dalla fondazione della sezione cussina di judo, a ricevere quest’anno il premio “Sport è cultura”, assegnato dal Cus Venezia in occasione dell’ormai tradizionale presentazione alla città delle molteplici attività svolte a servizio della comunità, tenutasi giovedì all’auditorium Santa Margherita, nel centro storico lagunare.

Premi e riconoscimenti

E’ stato il presidente, Massimo Zanotto, a rappresentare il senso di un impegno per la città, come sottolineato anche dai rappresentanti di Università, Coni e amministrazione comunale; particolare attenzione è stata dedicata alle iniziative di formazione ed educazione sportiva, che culmineranno nel prossimo varo della Carta dei Valori societaria. Poi è stata la volta delle premiazioni, a iniziare dalle partecipazioni universitarie: dalle medaglie d’oro ai campionati mondiali di dragon boat (over 50: metri 200, 500, 2.000; over 40: metri 200) ai bronzi di Beatrice Ranzato (judo) e Alberto Belluzzo (tiro a volo) ai Campionati nazionali universitari. I Giochi dei Dipartimenti, articolati su due giorni di prove, sono stati vinti da “Economia e Umanistica”.

Borse di studio

Sono stati premiati anche gli atleti distintisi nelle 4 sezioni agonistiche (atletica leggera, judo, pallamano e pallavolo) con citazioni particolari per il judoka, Leonardo Zavan, qualificatosi per i campionati italiani (7°) e l’Under 14, campione veneta di pallamano. Consegnate, infine, alcune borse di studio ad atleti della sezione pallavolo: Elisa Montanari si è aggiudicata quella intitolata a “Filippo Baracchi”, mentre Daniele De Grandis, Alessia Fanziolo, Federica Parlato e Eliana Battiston hanno vinto quelle (“Bravi nello studio, bravi nello sport”) destinate a giocatori e giocatrici frequentanti gli atenei lagunari.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Come cambia da domani il Veneto: regole, restrizioni e cosa si può fare

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Dpcm, quando serve l'autocertificazione in Veneto: il modello ufficiale da scaricare

Torna su
VeneziaToday è in caricamento