Reyer, ennesimo finale da thriller ennesima vittoria: Orelik mette la "bomba" sulla sirena

Gli orogranata nel penultimo match di andata del girone di Champions battono 70 a 67 i tedeschi del Bayreuth. Vittoria fondamentale per mantenere il primato nel girone

L’ennesimo finale in volata regala all’Umana Reyer la preziosa vittoria per 70-67 sul medi Bayreuth, che consente di mantenere il primo posto solitario a una giornata dalla fine dell’andata del girone C di Basketball Champions League.

Primo tempo

Gli orogranata (in campo con Haynes, Jenkins, Bramos, Peric e Watt) partono nel migliore dei modi, con la schiacciata di Watt dopo rimbalzo offensivo, e, dopo una fase in cui le entrambe squadre si affidano primariamente (ma con scarsa efficacia) al tiro pesante, Peric e le triple di Haynes e Jenkins costringono la panchina tedesca a chiamare time out sul 10-0 dopo 4′ e a cambiare quattro quinti del quintetto. L’inerzia però non cambia, perché Watt trasforma un ottimo assist di Peric (12-0) prima dei primi due punti del Bayreuth, che arrivano quasi a metà quarto. Insieme all’ottima difesa di squadra, un gioco da tre punti di Peric (che però spende subito dopo il secondo fallo) e una tripla di Orelik portano il punteggio sul 18-2 al 6′. Per il medi segna solo Amaize (20-7 al 6’30”), mentre tra gli orogranata è particolarmente ispirato Watt (9 punti al 7′, per il 23-7), anche se pure lui arriva al secondo fallo, con il finale di marca tedesca, trascinato da Seiferth e Robinson, per il 23-17 al primo intervallo.

Brooks e Amaize portano gli ospiti sul -2 (23-21) all’11’, poi Orelik interrompe l’astinenza offensiva di oltre 4′ per l’Umana Reyer con una tripla, seguita da un contropiede lanciato da De Nicolao (28-21 al 12′). Si erge quindi a protagonista, sia in difesa che in attacco, Biligha, che trascina gli orogranata sul 31-22 al 13’30”, con la risposta tedesca affidata all’ex Linhart: due triple, la seconda allo scadere dei 24”, e 31-28 a metà periodo. Anche Bramos (marcatissimo, senza ritmo e quasi allo scadere dei 24”) colpisce dall’arco e Cerella, al 28’30”, su altro illuminante assist di Peric, riporta l’Umana Reyer alla doppia cifra di vantaggio (38-28). Sono infine i liberi di capitan Ress e Orelik a chiudere il primo tempo sul 41-30.

Secondo tempo

Passa un minuto e mezzo, in avvio di ripresa, prima del primo canestro (ancora di Amaize, che poi spende il terzo fallo, poi Haynes e Johnson (su recupero di Watt, anche lui subito dopo pescato nella terza infrazione) allungano sul 45-32 al 22′. Il pressing e la zona tedesca mettono in difficoltà l’attacco orogranata e gli ospiti, con un parziale di 0-8, si riavvicinano sul 47-42 a metà periodo, con il pronto time out di coach De Raffaele. Al rientro in campo, uno spettacolare alley-oop di De Nicolao per Biligha e una tripla di Johnson consentono all’Umana Reyer di allungare sul 52-44 al 26′, ma il Bayreuth non molla, riavvicinandosi fino a -4 (53-49) al 27’30”. Nel finale di quarto il protagonista è Jenkins, che riporta gli orogranata avanti di 7, prima del canestro finale di Linhart per il 56-51.

L’Umana Reyer cerca molto Biligha in avvio di ultimo periodo e il centro risponde con otto punti (tra cui un altro alley-oop di De Nicolao convertito in schiacciata) e gli orogranat riprendono sette punti di vantaggio, mantenendoli fino al 64-57 al 33′. Quattro di fila di Amaize riavvicinano il medi sul 64-61 a metà quarto, con pronto time out veneziano. Il punteggio rimane bloccato fino alla tripla di Johnson da 8 metri per il 67-61 al 36’30”, poi quattro di Seiferth valgono il 67-65 con cui si entra nell’ultimo minuto. Non si segna più e, dopo la tripla fallita da Johnson, si arriva all’ultimo possesso ospite con l’Umana Reyer che ha tre falli da spendere. Il primo è il quarto di Watt (-13”), con pronto time out Bayreuth. Johnson difende forte su Cox che però, con un tiro che balla a lungo sul ferro, riesce a impattare a quota 67 a 5” dalla sirena. Il time out, stavolta, è orogranata e i falli da spendere sono tedeschi: Robinson ferma Haynes a -3”, poi Orelik, sulla sirena, infila la tripla della vittoria per 70-67, perché mancano 0,02 secondi e nemmeno l’autocanestro finale di Bramos sulla rimessa tedesca arriva in tempo utile.

Umana Reyer: Haynes 5, Peric 7, Johnson 8, Bramos 3, De Nicolao 1, Jenkins 6, Orelik 12, Bolpin ne, Ress 3, Biligha 12, Cerella 2, Watt 11. All. De Raffaele.

Bayreuth: Robinson 5, Cox 5, Linhart 8, Doreth, Seiferth 14, McCrea, Wachalski 7, Amaize 22, Brooks 6, York. All. Korner.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Come cambia da domani il Veneto: regole, restrizioni e cosa si può fare

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Dpcm, quando serve l'autocertificazione in Veneto: il modello ufficiale da scaricare

Torna su
VeneziaToday è in caricamento