menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Venezia vince "di rigore" col Gubbio: una vittoria che vale il primato al Penzo

Gli arancioneroverdi per qualche ora primi in solitaria nel girone B, in attesa delle avversarie dirette. Decisivo un rigore di Pederzoli nel secondo tempo. Vittoria pesante

Vittoria risicata al Penzo contro il Gubbio martedì pomeriggio per il Venezia. Ma sono 3 punti molto pesanti in ottica classifica, visto che gli arancioneroverdi si portano momentaneamente in testa alla classifica del girone di Lega Pro. La squadra di mister Inzaghi potrà sedersi in poltrona aspettando i risultati delle dirette avversarie per la promozione, come Pordenone e Reggiana, guardando dall'alto in basso le più dirette inseguitrici. A risultare decisivo un calcio di rigore realizzato da Pederzoli al 59esimo, dopo che l'arbitro ha fischiato un presunto fallo di mano in area di un calciatore ospite.

Pederzoli non si fa annichilire dal portiere e, dagli 11 metri, porta la squadra arancioneroverde in vantaggio spiazzando l'estremo difensore. Non che fino a quel momento il Venezia non stesse giocando bene, anzi. Il problema è che non era ancora riuscito a segnare. Il primo tempo si era chiuso a reti inviolate, preoccupando i supporters che avevano raggiunto il Penzo per assistere al match. Nei primi 45 minuti si è messo in mostra il giovanissimo Edera, classe 1997, bravo ad ipnotizzare la difesa ospite con dribbling e inserimenti.  

Tanto più che il Gubbio non si era portato in laguna per fare da vittima sacrificale, colpendo anche una traversa al 30esimo del primo tempo con un tiro da fuori area, spinto sul palo dal portiere. Il Gubbio si è rivelato avversario ostico che, con i suoi 28 punti, vuole mettere nel mirino i piani alti della classifica. La formazione di Inzaghi arriva dalla recente vittoria sul Fano, mentre gli ospiti avevano perso di un soffio contro l’armata Reggiana, esprimendo buon gioco contro una delle prime della classe. 

Il Venezia ha comunque macinato gioco, fino al vantaggio e alla "resistenza" finale. A quattro minuti dallo scadere Moreo ha la possibilità di segnare la rete del raddoppio (una delle tante nel corso della gara) ma a tu per tu con Narciso spedisce sul fondo. Il triplice fischio dell'arbitro ha fatto esultare tifosi, giocatori e pure il presidente Joe Tacopina, allo stadio per stare vicino alla squadra:  "Sono molto contento - ha dichiarato - abbiamo giocato bene. Questa è stata una partita non facile, con tanti tiri in porta. Ma abbiamo fatto solo un gol".


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento