menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Succede tutto negli ultimi minuti: Venezia beffato e battuto con due reti nel recupero

Al gol arancioneroverde rispondono i granata negli ultimi minuti del match con 2 reti: lagunari furiosi con l'arbitro per le scelte arbitrali

Il Venezia affronta la Salernitana in uno scontro al vertice che per entrambe le compagini significa importanti punti playoff.

La partita

Nella prima frazione gli arancioneroverdi si spingono in avanti e al 28' passano in vantaggio: Di Mariano costruisce, Forte serve Maleh che insacca. La Salernitana, però, è osso duro e in pochi minuti si costruisce almeno tre ottime occasioni: Maenpaa si immola e salva il risultato. Che la partita non si esaurisca così, è abbastanza evidente e già nella ripresa le due squadre si sfidano ancora a tentativi. Tutino e Johnsen rispettivamente si affacciano in avanti ma il risultato non cambia fino al finale, quando succede di tutto. All'87' Durjc colpisce il palo di testa, il Venezia trema. I granata sono scatenati e insistono con un forcing offensivo: al 92' la prima doccia fredda. Al termine dell'azione granata, infatti, Gondo segna sottoporta dopo una respinta del portiere arancioneroverde. Se il pareggio granata suona come una beffa, figurarsi la vittoria che arriva pochi secondi dopo: i tifosi del Venezia, tempo altri due minuti di recupero concessi dalla direzione arbitrale, assistono alla seconda rete avversaria. Djuric carica Maenpaa, Fourneau però non fischia, e Gondo insacca nuovamente. I lagunari recriminano il fallo ma l'arbitro non ci sente: la Salernitana vola verso la promozione diretta, il Venezia è costretto a sudarsi ancora i playoff.

Salernitana-Venezia 2-1

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lo show "4 Hotel" dello chef Bruno Barbieri parte da Venezia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento