rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Sport

Contestazioni in campo, 17 mesi di squalifica per Gianmarco Scultz

La società e il calciatore hanno chiesto scusa all'arbirtio, ma intanto si prepara il ricorso contro la decisione del giudice sportivo

Una squalifica di ben 17 mesi per Gianmarco Scultz, giocatore del Laguna Venezia che domenica scorsa nella partita di Promozione Sp Calcio - Laguna Venezia 2011 ha ceduto alle provocazioni, rispondendo malamente all'arbitro. La società sportiva ha già annunciato il ricorso contro la pesante decisione del giudice sportivo, ma si è anche voluta scusare per il comportamento dell'atleta.

SANZIONE PESANTE - Il giocatore è stato sospeso dall’attività agonistica ed attraverso la società intende chiedere “scusa all’arbitro per le offese rivolte in campo e per il suo comportamento e scusa anche alla società e ai compagni di squadra”. In merito a quanto accaduto ha voluto commentare l’episodio il presidente della società Luca Castagna: “La linea generale del Laguna Venezia è quella che la società si distingua in tutti i sensi, soprattutto nella disciplina e nell’educazione. L’episodio di domenica è sicuramente da condannare e il nostro giocatore è colpevole ed è stato subito sospeso dall’attività agonistica. La provocazione che può aver subito non giustifica la sua reazione in campo. Sappiamo che è una testa calda ma non per questo ora lo abbandoneremo. Le federazione fa il suo lavoro e non si deve cadere nelle provocazioni. Ma, al di là dell’esatto andamento dei fatti, per i quali abbiamo presentato subito ricorso, ritengo che non è che con il castigo che i giocatori capiscono l’errore e migiorano. E non sono sicuramente queste maxisqualifiche a risolvere il problema”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contestazioni in campo, 17 mesi di squalifica per Gianmarco Scultz

VeneziaToday è in caricamento