menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Robbie Mendelson

Foto Robbie Mendelson

Tennis, la mestrina Tathiana Garbin alla guida della squadra femminile Fed Cup

È la nuova capitana azzurra, sostituisce Corrado Barazzutti che lascia dopo 15 anni. La ex giocatrice veneziana vanta un best ranking di numero 22 nella Wta: "Un grande onore"

L’Italia del tennis riparte da Tathiana Garbin, 39enne mestrina che assume il ruolo di capitano di Fed Cup sostituendo Corrado Barazzutti: l'avvicendamento avviene, con il consenso della Federazione Italiana Tennis, dopo 15 anni e 36 presenze sulla panchina azzurra di Barazzutti, che mantiene il ruolo di capitano di Coppa Davis. Garbin da giocatrice raggiunse il best ranking di numero 22 Wta. Barazzutti, il più longevo capitano della storia azzurra, si era seduto sulla panchina di Fed Cup nel 2002. Sotto la sua guida la nazionale femminile ha conquistato quattro titoli mondiali, nel 2006, 2009, 2010 e 2013. Insieme con la finale disputata nel 2007, questi titoli sono valsi all’Italia la prima posizione nel ranking ITF per nazioni.

“A nome di tutto il tennis italiano ringrazio Corrado Barazzutti – ha detto il presidente della Fit, Angelo Binaghi – per il grande apporto dato in questi anni alla guida della nazionale di Fed Cup. Barazzutti non ha soltanto ottenuto, assieme alle nostre fantastiche ragazze, una sequenza di successi mondiali senza precedenti per lo sport tricolore, ma ha anche saputo interpretare appieno lo spirito che pervade il nostro movimento, valorizzando quello che ne è la massima espressione: l’amore per la maglia azzurra”. “Faccio i migliori auguri di in bocca al lupo alla Garbin – ha proseguito Binaghi – Tathiana fa già parte della nostra famiglia e sono certo che anche in questo suo nuovo ruolo saprà dare il massimo apporto alla crescita del tennis italiano”.

“Sono contento per la Garbin, che ho avuto anche come giocatrice in Fed Cup – ha detto Barazzutti – è la scelta giusta e sono sicuro che farà bene. Quelli nel corso dei quali ho guidato la Nazionale di Fed Cup sono stati anni di grandissime soddisfazioni, anni fantastici passati insieme a un gruppo di ragazze che hanno regalato all’Italia risultati incredibili. Desidero per questo ringraziare tutte le giocatrici che ho avuto l’onore e il privilegio di guidare e allenare. Abbiamo condiviso momenti difficili e momenti straordinari. Il mio ringraziamento va anche alla Federazione, ai coach delle atlete, allo staff medico e a tutti coloro che in questi anni hanno condiviso il progetto Fed Cup, del quale continuerò a sentirmi parte integrante proseguendo il mio lavoro in Coppa Davis”.

Emozionata la Garbin, che non vede l’ora di cominciare ed è già da tempo nei quadri tecnici della federazione come responsabile delle Over 18 azzurre, oltre a collaborare come commentatrice con SuperTennis, la tv della Fit. “Succedo a un capitano che ha scritto la storia del tennis azzurro – ha sottolineato – Sono onoratissima per questa responsabilità e proverò in tutti in modi a ricambiare la grande fiducia che mi è stata accordata. Ringrazio Corrado e, soprattutto, la federazione, che mi ha voluto offrire questa occasione bellissima e stimolante. E’ una magnifica opportunità. L’obiettivo è tornare nel Gruppo Mondiale della Fed Cup: il primo passo sarà la sfida del prossimo febbraio contro la Slovacchia”.

Tathiana Garbin è nata a Mestre il 30 giugno 1977. Vanta un best ranking di numero 22, fatto segnare il 21 maggio del 2007. Nel suo palmares un titolo Wta, conquistato nel 2000 a Budapest, e quattro finali in singolare (Bogotà 2007, Palermo 2006, Modena 2005 e Bogotà 2000), mentre nel doppio vanta 11 trofei. In carriera ha giocato 45 tornei dello Slam - e gli ultimi 37 consecutivamente - raggiungendo il quarto turno al Roland Garros nel 2007, il suo anno migliore. Proprio a Parigi, nel 2004, è stata la prima giocatrice italiana a battere la numero uno del mondo: era il secondo turno e Tathiana (all’epoca numero 86 Wta) superò per 7-5 6-4 la belga Justine Henin. Si è ritirata ad inizio 2011.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento