menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Decathlon e Le Barche campo d'azione dei ladri: tre denunciati

In due episodi i taccheggiatori sono stati scoperti. Donna fermata in centro a Mestre, due italiani bloccati invece nel punto vendita sportivo

Centro commerciale "Le Barche" e punto vendita "Decathlon", due riferimenti per quanto riguarda lo shopping. Inevitabile dunque che la merce esposta faccia gola a chi non ha nessuna intenzione di pagarla. Per questo motivo in due distinti casi sono scattate delle denunce per furto aggravato giovedì: verso mezzogiorno, infatti, il responsabile della sicurezza del centro commerciale ha chiamato la polizia spiegando di avere fermato due persone che si erano rese responsabili di furto.

Si trattava di una 33enne di etnia nomade con un neonato di pochi mesi e un altro figlio di sedici anni. La donna era stata vista aggirarsi in maniera sospetta tra gli scaffali, dopodiché il responsabile della sicurezza ha deciso di seguire passo passo le sue mosse. E' stato notato nel camerino che la finta cliente aveva appena lasciato che c'erano delle grucce vuote. Dei vestiti nemmeno l'ombra. A quel punto la 33enne è stata fermata quando già aveva lasciato il negozio: all'inizio ha negato di avere trafugato alcunché, poi, messa alle strette, ha aperto di sua spontanea volontà la borsa tirando fuori diversi capi d'abbigliamento per bambini rubati all'interno di diversi negozi. Per un valore totale di 81 euro. La merce era danneggiata e non rivendibile. Per la donna inevitabile una denuncia, così come per un 38enne e un 26enne italiani, sorpresi da Decathlon a Mestre dopo aver cercato di rubare un orologio dal valore di 30 euro. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento