menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ancora disagi per il tram: due cali di tensione lo fermano a Mestre

Il "siluro" ha bloccato la propria marcia un paio di volte giovedì mattina. Stop di circa un quarto d'ora, nel mentre in circolo i bus sostitutivi

Stavolta non ci sono state portiere aperte all'improvviso con vetrate in frantumi e nemmeno auto parcheggiate ostruendo la sede stradale. Stavolta a fermare la corsa del tram giovedì mattina sono stati due cali di tensione elettrica che hanno determinato lo stop al servizio. Sui motivi del blocco stanno lavorando i tecnici di Actv, ma il fatto che oltre a bloccarsi i siluri avessero anche tutti i pannelli informativi (oltre che le luci) spenti ha lasciato pochi dubbi a quanti affollavano i convogli dalle 8.13 alle 8.30 di giovedì: i passeggeri che nel momento in cui si è verificato il calo di tensione si trovavano sulla linea T1 sono quindi dovuti scendere a terra per aspettare gli autobus sostitutivi, messi subito in circolazione da Actv.

Quando però la situazione dopo un quarto d'ora sembrava essere tornata rapidamente alla normalità, si è verificato un altro stop. Stavolta dieci minuti prima delle 9: un secondo calo di tensione sempre sulla linea tra Favaro Veneto e Mestre ha fermato i convogli, bloccando ancora il servizio. Le scene di prima si sono quindi ripetute: passeggeri a terra e autobus sostitutivi per strada. Poi le corse dopo dieci minuti (al ritorno della tensione elettrica ottimale) sono ripartite. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento