Lunedì, 21 Giugno 2021
Mestre Mestre Centro / Via Sernaglia

Doppio inseguimento della polizia a Mestre: due in arresto

Entrambi sono legati agli ambienti della droga e sono stati fermati nella zona della stazione

Foto d'archivio

Due persone legate agli ambienti della droga sono state bloccate a Mestre nelle ultime ore. Uno dei due, un tossicodipendente italiano di 31 anni, si trovava nel parco di via Sernaglia, in violazione agli arresti domiciliari a cui era stato sottoposto appena due giorni prima per tentata rapina e lesioni aggravate. Una pattuglia lo ha visto e riconosciuto in mezzo a un gruppetto di persone: lui, alla vista dei poliziotti, ha cercato prima di nascondersi e poi di scappare, dando inizio ad un inseguimento a piedi che si è concluso con il suo arresto. Il tribunale ha poi convalidato l'arresto e ripristinato gli arresti domiciliari.

A distanza di poche ore un altro episodio. Una tabaccheria mestrina ha segnalato di aver subito un furto e gli agenti arrivati sul posto, visionando le riprese delle telecamere, hanno riconosciuto il colpevole: un 36enne marocchino noto per essere consumatore di droga e per frequentare la zona della stazione ferroviaria. A quel punto sono state allertate le altre pattuglie ed è entrata in azione la Uopi, unità operativa di pronto intervento, che ha individuato il malvivente proprio nelle vicinanze della stazione di Mestre. Dopo un tentativo di fuga lo hanno raggiunto e arrestato. Nel processo per direttissima il giudice ha inflitto all’uomo il divieto di dimora e l’espulsione dall'Italia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doppio inseguimento della polizia a Mestre: due in arresto

VeneziaToday è in caricamento