Mercoledì, 12 Maggio 2021
Mestre Mestre Centro / Rampa G. Rizzardi

La città si metta il cuore in pace: tra forconi, cantieri e nebbia è caos

La mattina disagi sui vaporetti per la scarsa visibilità. Poi lavori sul Ponte della Libertà hanno creato code. Infine le proteste paralizzano Mestre

Forconi allineati. Stavolta non sul passaggio pedonale di via della Libertà, ma in rampa Rizzardi. Al cavalcavia della "Vempa". Con il rischio di creare se possibile ancora maggiori disagi alla circolazione mestrina. Venerdì pomeriggio, immancabili, come da cinque giorni a questa parte, i manifestanti hanno messo in scena la propria personale protesta contro il governo, le tasse e la crisi. Ancora tricolori e inno di Mameli a fare da contorno ai blocchi "mobili". Inevitabili i rallentamenti si sono fatti subito sentire. "Rinvigoriti" da un tamponamento a poca distanza dai manifestanti, che si sono posizionati all'incrocio della rampa in direzione di Venezia e Marghera.

Per la viabilità è stato comunque un giorno difficile quello di venerdì. Anche senza "forconi". Sul Ponte della Libertà, infatti, a più riprese si sono registrati incolonnamenti in direzione di Venezia un po' per la strettoia all'altezza del Tronchetto dovuta al cantiere che deve portare il tram a piazzale Roma, un po' per i carotaggi dei tecnici di Avm per la futura realizzazione della pista ciclabile. Incolonnamenti fino a metà ponte si segnalavano sia verso le 13, quando sono in tanti a mettersi al volante alla volta di piazzale Roma per il cambio del turno negli uffici, sia a pomeriggio inoltrato. Ne hanno fatto le spese anche gli autobus Actv, alle prese con inevitabili ritardi sulle tabelle di marcia.

A complicare le cose ci si è messa anche la nebbia. Che fitta "avvolge" da un paio di giorni Venezia e la provincia. Per questo motivo il Porto è rimasto chiuso per sicurezza, mentre i vaporetti hanno attuato le classiche deviazioni per evitare il Bacino di San Marco. Tre le corse sospese in mattinata.  A  "cadere" anche i ferry boat delle 17.50 da Lido San Nicolò a Punta Sabbioni e delle 18.15 da Punta Sabbioni a Lido San Nicolò. Corse saltate. Qualche piccolo ritardo si è registrato anche all'aeroporto Marco Polo di Tessera, dove un paio di voli hanno dovuto attendere in pista prima di ricevere il via libera dalla torre di controllo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La città si metta il cuore in pace: tra forconi, cantieri e nebbia è caos

VeneziaToday è in caricamento