Venerdì, 17 Settembre 2021
Mestre Mestre Centro / Via Giosuè Carducci

Lite in centro, brandisce catena e mazza e si scontra con gli agenti: bloccato

Nel pomeriggio di martedì verso le 17 la polizia locale è intervenuta in via Carducci a Mestre. L'uomo è stato rincorso e fermato in via Filzi

Gli oggetti sequestrati

Lite in strada martedì. La segnalazione di un diverbio tra un cittadino di origini magrebine e una persona con problemi di tossicodipenza è giunta nella giornata di martedì alle radiomobili della polizia locale di Mestre. All'arrivo delle pattuglie, l'uomo, un tunisino di 41 anni, si sarebbe sbarazzato di una catena e di una mazza di legno che avrebbe brandito in precedenza contro i suoi interlocutori, prima di scappare di corsa.

La fuga

A quel punto è scattato l'inseguimento: sul posto sono intervenuti i rinforzi e la zona è stata battuta palmo a palmo. Dopo circa un'ora, il fuggitivo è stato individuato vicino a piazzetta Battisti e bloccato in via Filzi. Gli agenti l'hanno subito riconosciuto: si trattava di A.B.J., più volte identificato per i suoi comportamenti violenti.

La colluttazione

Il 41enne ha cercato di sottrarsi al controllo con violenza e per questo motivo, dopo una colluttazione con gli uomini in divisa, è stato ammanettato. La mazza e la catena, invece, sono state ssequestrate. Non erano comunque gli unici oggetti atti ad offendere che l'uomo possedeva: dalla perquisizione è spuntato anche uno scudiscio in legno e cuoio, anch'esso requisito. Portato nella sede del servizio sicurezza urbana della polizia locale, dopo gli accertamenti e il prelievo delle impronte, il 41enne è stato denunciato per resistenza e minaccia aggravata a pubblico ufficiale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite in centro, brandisce catena e mazza e si scontra con gli agenti: bloccato

VeneziaToday è in caricamento