menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A scuola ma con un contratto Enel in tasca: il progetto dell'istituto Pacinotti

Il programma di formazione in alternanza scuola e lavoro per studenti del quarto e quinto anno riguarderà anche l'istituto scolastico mestrino

Primo giorno di scuola con un contratto di lavoro Enel in tasca per venti fortunati studenti dell'Istituto tecnico Pacinotti di Mestre. Grazie infatti al programma di formazione in alternanza scuola e lavoro per studenti del quarto e quinto anno degli Istituti tecnici ad indirizzo tecnologico messo a punto dal Ministero dell’Istruzione, Ministero del Lavoro, Regioni, organizzazioni sindacali ed Enel, i 20 ragazzi del Pacinotti di Mestre, assieme ad altri 125 studenti di sette regioni italiane - Torino, Piacenza, Firenze, Civitavecchia, Napoli e Brindisi - sono stati assunti dal Gruppo Enel con un contratto di apprendistato di alta formazione e ricerca attivato oggi in concomitanza con l’inizio ufficiale dei corsi scolastici.

RISCOPRIRE ARTIGIANATO: CONCORSO NEL MIRANESE

IL PROGETTO. Il progetto e' stato illustrato questa mattina nell'aula Magna del Pacinotti, in occasione dell'inaugurazione dell'anno scolastico,  dai responsabili di Enel Distribuzione Nordest e  della Centrale Termoelettrica di Fusina, rispettivamente, Eugenio Di Marino e Fausto Bassi, alla presenza del neo Direttore dell'Ufficio scalastico regionale Veneto, Daniela Beltrame, dall'assessore all'istruzione della Provincia di Venezia, Claudio Tessari e dal Preside dell'Istituto Pacinotti, Massimo Zane. I venti neoassunti con contratto di apprendistato di alta formazione passeranno almeno un giorno a settimana in azienda continuando il lavoro anche durante le vacanze scolastiche. Il percorso è infatti articolato in 800 ore in classe e 800 in azienda delle quali 280 di laboratorio seguiti da tutor scolastici e aziendali. Al termine del quinto anno, con la conclusione del percorso scolastico e il conseguimento del diploma tecnico, tenuto conto della valutazione di merito del percorso effettuato in azienda, partirà una seconda fase di apprendistato professionalizzante della durata di un anno.


SCUOLA E LAVORO. "L'idea di avviare un progetto di alternanza scuola lavoro nasce dall' esigenza di ottimizzare la gestione del rinnovo delle posizioni tecniche operative strategiche dell' azienda - ha spiegato Eugenio di Marino - favorendo le possibilita' di inserimento nel mondo del lavoro dei diplomati tecnici. Oggi facciamo un'esperienza originale ed al momento unica non solo su questi giovani, ma anche sul sistema scolastico". Fausto Bassi aggiunge: "Enel e sistema scolastico stanno compiendo un passo decisivo per allineare le filiere formative con quelle produttive, le capacità e le competenze di chi entra nel mondo del lavoro con l'esperienza e la professionalitá  di coloro che sono giá in azienda. Quello di oggi non è un inizio di anno scolastico qualsiasi, ma l'avvio di un percorso virtuoso che ha per destinazione il proprio posto nella società e nel mondo del lavoro".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I volontari si prendono cura del forte Tron

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento