rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Mestre

Il tram finisce ko per un problema elettrico, tutti i passeggeri a piedi

Venerdì mattina da dimenticare per i cittadini, che hanno aspettato l'arrivo degli autobus sostitutivi. Tecnici al lavoro per ripristinare il servizio

Mattinata da dimenticare per i pendolari del tram, che venerdì hanno dovuto fare di necessità virtù. Un guasto di natura elettrica in corrispondenza di una sottostazione, come ufficializzato dall'azienda, ha messo ko il servizio. Dunque il tram a partire almeno dalle 8 - ma disagi sarebbero stati segnalati anche prima - si è dovuto necessariamente fermare.

I passeggeri sono stati fatti scendere, in attesa degli autobus sostitutivi: "Manca la corrente, tram fermo - dichiara una utente sulla pagina Facebook "Sciopero dell'Abbonamento Actv - Bus sostitutivo arrivato in un lampo. Disagio zero". C'è chi però non sarebbe stato così fortunato, lamentando di essere in attesa da venti minuti dei mezzi in sostituzione, che ancora non si vedevano all'orizzonte. Di certo in molti hanno avuto i piani della giornata scompaginati dal problema. Subito i tecnici di Actv si sono messi al lavoro per riportare la situazione alla normalità: verso le 9.45 il mezzo è ripartito a Marghera, mentre la linea T1 tra Venezia e Favaro è tornata a funzionare poco più di un'ora dopo.

All'origine delle difficoltà ci sarebbero delle interruzioni di corrente operate dall'Enel nel corso della notte. In mattinata, all'attivazione del servizio, la sottostazione numero 3 è andata in tilt, poi il problema si è diffuso anche al resto della rete. Il servizio sostitutivo degli autobus è entrato velocemente in azione, mentre il servizio è stato ripristinato completamente per le 11.

Il tram si ferma ancora, tutti a terra

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il tram finisce ko per un problema elettrico, tutti i passeggeri a piedi

VeneziaToday è in caricamento