menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Distrutto il cippo in memoria di Totò Lippiello a Mestre

Il monumento è stato devastato ieri pomeriggio. Sdegno dei sindacati della polizia

Il monumento a Totò Lippiello, poliziotto morto in servizio, è stato distrutto da ignoti nelle ore scorse. I sindacati di polizia Fsp polizia di Stato, Siulp e Sap Venezia hanno denunciato l'episodio ieri, condannando con forza gli autori del gesto. Il cippo, che si trova nei pressi della rotonda dell’uscita Castellana di Mestre, è stato spaccato probabilmente con una mazzetta ritrovata a poca distanza.

Le reazioni

«Le immagini della devastazione fanno male - ha commentato Fsp polizia di Stato - ma questi teppisti non meritano nessuno sconto nel caso vengano identificati, come sperano tutti gli uomini e donne in divisa». Il cippo, spiegano Siulp e Sap, è «un simbolo che tutta la città di Venezia ha fortemente voluto, in ricordo di un servitore dello Stato esemplare che tutti ricordiamo con profonda stima e riconoscenza per i valori e gli insegnamenti che ci ha tramandato».

L'impegno di Totò

Anche Gianfranco Bettin, presidente della Municipalità di Mestre, parla di «un’offesa a tutta la città». «Gli infami che hanno sfregiato il cippo - ha detto - devono essere identificati e puniti, mentre il Comune deve ripristinare al più presto questo segno importante della gratitudine che la comunità vuole esprimere a un grande poliziotto e a una gran brava persona. Questo infatti era Totò, posso confermarlo per l’esperienza diretta e condivisa di anni di lotta al crimine e allo spaccio e di intervento sul terreno ostico delle dipendenze nelle aree più difficili della nostra città. Anni nei quali Totò ha sempre dimostrato un impegno strenuo, un’operosità instancabile, rigore insieme a senso di umanità nello svolgimento del proprio dovere e nel trattare le persone. Per questo, subito dopo la sua tragica morte, abbiamo voluto dedicargli il cippo ora oltraggiato e intitolargli l’auditorium in via Ciardi». L'atto di vandalismo è stato compiuto nel giorno in cui si celebrava il ventennale dell’associazione Fervicredo, dedicata proprio alle vittime del dovere come Lippiello.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento