menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Villa Salus (archivio)

Villa Salus (archivio)

Rischio chiusura, i medici in fuga: "Salviamo Villa Salus e Policlinico"

Votazione unanime del Consiglio comunale a favore della sanità privata mestrina. Si chiede al sindaco Orsoni di prodigarsi per ottenere le carte del nuovo Piano di riordino della Regione

E' stato approvato lunedì sera all'unanimità dal Consiglio comunale di Venezia, nella sede di via Palazzo a Mestre, un ordine del giorno a tutela dei livelli essenziali di assistenza dell'Ulss 12 e a garanzia delle prestazioni sanitarie di Villa Salus e Policlinico San Marco, le due strutture per le quali è stata paventata la soppressione. Voto unanime, nessun contrario. Nel documento si chiede al sindaco Giorgio Orsoni di agire in sede di Conferenza dei sindaci e di Quinta Commissione consiliare regionale "affinché sia confermato il modello veneziano di integrazione tra le strutture dell'ospedalità pubblica e di quella privata, prevedendo il mantenimento di queste ultime, con particolare riferimento a quelle della terraferma".

Viene sollecitata inoltre la revisione dei budget di spesa riconosciuti alle strutture convenzionate, "riequilibrando la spesa a favore di quelle sotto finanziate con criteri di trasparenza ed equità". L'assemblea consiliare è stata caratterizzata da una forte partecipazione di associazioni e privati cittadini, che combattono per il salvataggio della sanità privata veneziana, specie della terraferma. Tante le mamme che hanno sottolineato l'importanza di Villa Salus per quanto riguarda il reparto di ginecologia. C'erano anche l'Anfass e l'associazione Amici del Cuore.


In definitiva la richiesta che arriva al sindaco Giorgio Orsoni è di prodigarsi per poter analizzare le carte del nuovo Piano socio sanitario in discussione in Regione, in modo da poter decidere sul da farsi. Anche perché questa situazione di limbo ha indotto alcuni professionisti in forza ai reparti privati della sanità mestrina ad "abbandonare il campo" e migrare verso le Ulss trevigiane.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento