Venerdì, 14 Maggio 2021
Attualità

Cavallino-Treporti offre una settimana di vacanza agli operatori sanitari dopo l'emergenza

"A braccia aperte" è l'iniziativa promossa dal comune insieme alle sue strutture ricettive per ringraziare chi sta aiutando la popolazione a combattere contro il coronavirus

"A braccia aperte" è il nome dell'iniziativa solidale ideata dal comune di Cavallino-Treporti e dalle sue strutture ricettive che hanno scelto di offrire, al termine dell'emergenza, una settimana di vacanza a tutti gli operatori sanitari che stanno aiutanto tutta la popolazione nella lotta al coronavirus. Si tratta di un gesto concordato con le aziende del territorio che hanno messo a disposizione gratuitamente le loro strutture. 

«Restituiamo ai medici, agli infermieri, agli operatori sanitari un po' di sollievo» commenta il sindaco Roberta Nesto rivolgendosi a tutti gli operatori sanitari che, con il loro coraggio, sono in prima linea per affrontare l'emergenza.

«Stiamo raccogliendo le adesioni degli operatori turistici rispetto alla proposta del sindaco Nesto – sottolinea Francesco Berton, presidente di Assocamping –, le strutture stanno facendo un grande sforzo comune per poter regalare migliaia di settimane di vacanza al personale sanitario che in questi mesi sta dando anima e corpo per il benessere della popolazione. Abbiamo quindi deciso di far sentire il sentimento di riconoscenza di tutta la nostra comunità verso il mondo sanitario che ha rischiato e rischia ancora la vita per noi. E cosa avremmo potuto fare per esprimere la nostra gratitudine? Abbiamo dato quello che abbiamo: la nostra ospitalità». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cavallino-Treporti offre una settimana di vacanza agli operatori sanitari dopo l'emergenza

VeneziaToday è in caricamento