Abbonamento trasporti, esclusi gli anziani dal rimborso causa Covid: «Discriminazione»

La denuncia arriva da Daniele Tronco, Segretario generale dello SPI CGIL Metropolitano Venezia e Paolo Ormesi, Presidente provinciale Federconsumatori Venezia

Motivazioni di studio o di lavoro. Queste, le uniche modalità per avere diritto al rimborso dell’abbonamento ferroviario o di trasporto locale - mensile o annuale - acquistato in data antecedente l’8 marzo 2020 e conseguentemente inutilizzato causa sospensione da Covid.
A stabilirne gli aventi diritto è la Legge 77 del 17 luglio (art. 215) riferendosi a quanti utilizzino quotidianamente i servizi di trasporto pubblico per motivazioni di studio o di lavoro. Il rimborso prevede due modalità, quali voucher differenziati o prolungamento della durata dell’abbonamento per un periodo corrispondente al mancato utilizzo.

Discriminazione

«Tutto in regola? A noi dello SPI CGIL metropolitano Venezia e della Federconsumatori Venezia pare proprio di no. Nell'elenco risultano esclusi pensionati e anziani. Di fronte a quella che ci appare come una vera e propria discriminazione rivolgiamo quindi, a chi di dovere, una semplice domanda: perchè il rimborso a loro non viene riconosciuto?» chiedono Daniele Tronco, Segretario generale dello SPI CGIL Metropolitano Venezia e Paolo Ormesi, Presidente provinciale Federconsumatori Venezia. «Abbiamo anche solo una vaga idea – prosegue Ormesi - di quanti cittadini e pensionati quotidianamente accudiscono nipoti, assistono parenti nelle strutture socio sanitarie e di cura, svolgono attività di patronato o di partecipazione nelle varie associazioni del territorio metropolitano e tanto, tanto altro ancora? Misurare, come in questo caso, la società odierna con il metro della mera produttività, porta a non comprendere appieno l’esistenza di situazioni e realtà diverse e complementari». «Non si tratta quindi di un puro e semplice rimborso economico – sottolinea Tronco– ma del veder riconosciuto l’importante ruolo che rivestono anche i pensionati e gli anziani nella nostra società, ruolo che in molti - e ne abbiamo purtroppo avuto recente testimonianza durante la pandemia - vorrebbero relegare a una parte improduttiva o, peggio ancora, superflua».
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento