Accolti i primi ospiti della struttura di assistenza per anziani Ca' dei Fiori

Al via l'attività della casa di riposo a Quarto D'Altino alla presenza del sindaco con l'arrivo dei primi 10 anziani

Accolti i primi ospiti della struttura di assistenza per anziani Ca' dei Fiori

Sono arrivati questa mattina i primi 10 anziani che saranno ospiti della struttura socio-sanitaria Ca' dei Fiori a Quarto D'Altino. Ad accoglierli, insieme al direttore della casa di riposo Michele Basso, c'è stato il sindaco del comune, Claudio Grosso. Gli anziani non autosufficienti sono stati trasferiti nella moderna struttura di via Marconi grazie a un servizio offerto gratuitamente dalla Protezione Civile di Casale sul Sile che in ambulanza li ha trasportati dal centro servizi residenziali Villa Cosulich. La struttura che era stata inaugurata alla presenza del Governatore del Veneto Luca Zaia lo scorso ottobre ma ha ottenuto solo pochi giorni fa le autorizzazioni necessarie all’esercizio delle attività.

Domani verrà trasferito il secondo gruppo di ospiti, 20 in totale, tutti in regime convenzionato con la Regione del Veneto. La casa di riposo è autorizzata per 50 posti letto, 30 dei quali verranno riservati a ospiti privati a settembre. Rimane in attesa dell’autorizzazione da parte dell’Azienda Zero la pianificata apertura del centro diurno integrato, sempre per non autosufficienti.
 
«Si è dovuto attendere qualche mese dall’inaugurazione, ma è stata un’attesa che ha garantito l’eccellenza. Siamo di fronte a una delle migliori strutture venete per anziani non autosufficienti, sia a livello di progettualità architettonica che, soprattutto, di servizi alla persona. Un gioiello per tutta la nostra comunità e per l’intero territorio servito dall’Ulss 3 Serenissima», ha detto il primo cittadino dopo aver incontrato la signora Paola, prima ospite della “nuova” Ca’ dei Fiori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Trovata senza vita Bruna Basso, era scomparsa da mercoledì

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Ristoratore arrestato: spacciava droga

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

  • Auto in fosso: morto un 38enne, una donna estratta viva

Torna su
VeneziaToday è in caricamento