menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Da lunedì riaprono i musei civici di Venezia

Brugnaro: «Segnale di ripartenza». Fp Cgil: «La scelta di non aprire durante la settimana tutti i musei penalizza»

Con il passaggio in zona gialla del Veneto, riaprono le porte dei Musei Civici di Venezia. La decisione è stata presa venerdì mattina dal Consiglio di Amministrazione di Fondazione Musei Civici di Venezia. Da lunedì 26 aprile Palazzo Ducale e il Museo Correr saranno aperti tutti i giorni della settimana. Da venerdì 30 aprile riapriranno, da venerdì a domenica, anche gli altri musei. 

“Venezia finalmente può tornare a mostrare l'inestimabile patrimonio custodito nei musei del circuito Muve – dice il sindaco Luigi Brugnaro. Lunedì sarà un giorno di grande festa per questa città che sta investendo tutte le energie possibili per uscire definitivamente da questa pandemia e dalle catastrofiche conseguenze economiche che ha causato». «Dopo una lunga attesa - commenta la presidente dei Muve, Mariacristina Gribaudi - finalmente arte e cultura tornano ad essere accessibili alla città e ai suoi visitatori. Tutti potranno vivere in totale sicurezza la bellezza dei Musei Civici, luoghi d’identità di Venezia e del suo territorio».

«Scelta che non valorizza tutti i musei»

La scelta di aprire gli altri musei solo nel fine settimana, secondo Fp Cgil di Venezia «non valorizzerebbe per intero tutti i Musei della città - dichiara Daniele Giordano, segretario generale Fp Cgil -. Si punta solo su quelli più attrattivi per i turisti mortificando quelli considerati più periferici dall’Area Marciana, ma che sono di grande interesse per i cittadini, per i bambini o per gli studiosi, ad esempio il museo di storia naturale».

Dal sindacato, si dicono «preoccupati per il perdurare della chiusura di moltissime attività della Fondazione Musei che, con il personale che continua ad essere per la maggior parte del tempo in cassa integrazione, sono sospese. Questa scelta appare molto grave e incomprensibile in virtù anche della “tenuta” del bilancio della Fondazione stessa - conclude Giordano -. La cultura è un servizio pubblico fondamentale che genera anche lavoro, redditi e economia».
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lo show "4 Hotel" dello chef Bruno Barbieri parte da Venezia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento