Venezia meta per lo shopping ma per un caffè e due passi «meglio Torino»

A stilare la classifica delle destinazioni più belle d'Europa è Cnn: «Orde di turisti in laguna». Per i viaggiatori del Paese del Dragone il capoluogo veneto è la città degli acquisti da 1500 euro in su

Venezia panorama, archivio

I dati sono dell'Osservatorio sul Turismo, nuovo progetto di Global Blue e Federturismo Confindustria, presentati martedì al convegno romano a Palazzo Giustiniani, “Le nuove sfide del turismo italiano”. In Laguna, dove il mercato del tax free shopping pesa per il 6% sul totale delle vendite a livello nazionale, nei primi sei mesi del 2019 è stato registrato l’incremento più alto delle vendite tax free (+16%) rispetto alle altre principali mete dello shopping in Italia, con uno scontrino medio che ha raggiunto i 1.117 euro. Primi per nazionalità nel capoluogo veneto i viaggiatori provenienti dalla Cina, che nel periodo gennaio-giugno 2019 hanno speso in media 1.577 euro, seguiti da statunitensi e taiwanesi.

Made in Italy

Secondo i dati Global Blue, nel primo semestre 2019 in Italia il tax free shopping è cresciuto del 12% rispetto a un anno fa. I cittadini cinesi si confermano prima nazionalità (29% del totale), con scontrino medio di 1.167 euro. «Nella continua evoluzione dell’offerta turistica lo shopping sta richiamando nuova attenzione, è diventato sempre più motivo del viaggio e un fattore di attrattiva per la destinazione - ha dichiarato la vicepresidente di Federturismo Confindustria Marina Lalli -. Se si considera che più di un turista su quattro cerca una località in cui sia possibile fare acquisti prima di scegliere la meta del suo viaggio è evidente come sia fondamentale investire nelle aree del Paese in grado di attrarre flussi turistici significativi, grazie alla tradizione e all’unicità del “Made in Italy” riconosciuti a livello internazionale».

I dati

L’area del nord Italia haa trainato il tax free shopping, con un peso del 59% sul totale, seguita dal centro (39%) e infine dalle regioni del sud e delle isole (2%). In particolare, nelle regioni del nord gli acquisti tax free sono cresciuti del 14% rispetto al semestre gennaio-giugno 2018, e lo scontrino medio ha raggiunto i 993 euro (+8%). Guardando, invece, le nazionalità, sempre nel primo semestre 2019, i cittadini cinesi, con uno scontrino medio di 1.167 euro, si sono confermati primi in Italia per acquisti tax free, con il 29% del totale (+6% rispetto allo stesso periodo del 2018), seguiti da quelli russi (11% del totale) e statunitensi (10% del totale). Gli americani, in particolare, nel primo semestre di quest’anno hanno fatto registrare un aumento del numero di acquisti tax free del 23%. Significativo anche l’incremento dei viaggiatori provenienti dai paesi del golfo (+51%), seppur in presenza minoritaria nel nostro paese (5% del peso totale).

Le prime quattro

Meta di shopping tax free resta Milano (con il 36% del totaledegli acquisti dei viaggiatori internazionali registrati a livello nazionale), seguita da Roma (21%), Firenze (10%) e Venezia (6%). Tutte queste quattro destinazioni che insieme, nei primi sei mesi di quest’anno, sono arrivate a coprire il 73% del totale italiano delle vendite tax free, hanno fatto registrare aumenti a doppia cifra: si va dal +16% di Venezia al +10% di Roma e Firenze, passando per il +12% del capoluogo lombardo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Affollamento

Se Venezia è sempre più meta per lo shopping dagli occhi a mandorla, nella classifica delle più belle destinazioni d'Europa stilata da Cnn risulta «troppo affollata». Al punto che l'emittente televisiva statunitense avrebbe inserito nella lista Torino, vista come "un'alternativa a Venezia per chi non vuole trovarsi alle prese con una destinazione quotidianamente invasa da turisti". «La vicina Torino - si legge nell'articolo - è meno congestionata. Oltre alle bellezze artistiche - sempre secondo Cnn - si può anche semplicemente sorseggiare un caffè all'aperto, deliziarsi con una delle migliori cucine italiane, oppure godersi il fatto di essere lontani dalle orde di turisti delle destinazioni più popolari d'Italia».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuove restrizioni “leggere” in Veneto: ordinanza all’orizzonte

  • L'auto finisce fuori strada: morto 22enne di Noventa di Piave, due feriti gravi

  • Carri armati e scenari di guerra: l'esercito si addestra tra Jesolo e Venezia

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Coronavirus, il bollettino di stasera per Veneto e provincia di Venezia

  • Blitz della polizia al centro sociale Rivolta di Marghera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento