Lunedì, 17 Maggio 2021
Attualità

In 150 a Ca' Foscari per il meeting su Intelligenza artificiale: obiettivo sviluppare ecosistema europeo

Avviato l’Osservatorio Europeo su Società e IA per promuovere sviluppo tecnologico etico e rispettoso dei valori umani

Venezia diventa capitale europea dell’Intelligenza Artificiale: sarà luogo di incontro per 150 studiosi ed esperti del tema provenienti da università e imprese di 21 Paesi. 

Il progetto

L’Università Ca’ Foscari Venezia e il suo European Center for Living Technology organizzano dal 16 (con inizio alle ore 9) al 17 gennaio 2020 all’Auditorium Santa Margherita l’assemblea generale del grande progetto europeo AI4EU, un progetto da 20 milioni di euro che coinvolge 81 partner. Le organizzazioni coinvolte nel progetto, partito ufficialmente a gennaio 2019, lavoreranno assieme per i prossimi 2 anni per offrire servizi e sostegno a istituzioni pubbliche, a privati, a singoli individui e a gruppi di lavoro che vorranno sviluppare e utilizzare sistemi di IA in Europa. AI4EU si propone come una piattaforma aperta e collaborativa capace di fornire, oltre che software e strumenti di sviluppo, opportunità per la formazione e la valutazione dell’impatto etico e sociale di questa tecnologia.

Focus intelligenza artificiale

Tra gli aspetti che il progetto affronta, infatti, c’è anche quello delle implicazioni etiche e legali dell’uso dell’intelligenza artificiale. Proprio il centro ECLT di Venezia ha creato il primo osservatorio sulla società e l’intelligenza artificiale e organizzato gruppi di lavoro per lo studio degli aspetti etici, legali, sociali, economici, e culturali dell’IA. L’obiettivo è quello di rafforzare le competenze, promuovere nuove scoperte, ma anche dirimere le questioni etiche e valoriali che lo sviluppo di tanta dirompente innovazione può sollevare. «Compito dell’osservatorio sarà proteggere la società europea dai possibili abusi di questa tecnologia - spiega Marcello Pelillo, professore di Intelligenza artificiale a Ca’ Foscari - assicurando il rispetto dei valori umani e delle regole europee, fornendo alla comunità di esperti e alle autorità europee informazioni aggiornate sulle conseguenze degli abusi». Tra le sue prime attività, l’osservatorio ha partecipato alla fase di test delle linee guida europee per l’intelligenza artificiale affidabile e in particolare della lista di controllo per gli operatori del settore, una sorta di check list degli aspetti da considerare quando si sviluppano tecnologie nel campo dell’IA. La General Assembly si aprirà con i saluti del magnifico rettore Michele Bugliesi e del coordinatore del progetto Patrick Gatellier (Thales) e proseguirà con le presentazioni dei responsabili delle attività progettuali. Durante l’evento saranno esaminate e trattate le nuove funzionalità della piattaforma, rilasciata in versione preliminare a settembre 2019 (https://www.ai4eu.eu/) e verranno condivise altre iniziative europee di rilievo sul tema dell’Intelligenza Artificiale per attivare possibili future collaborazioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In 150 a Ca' Foscari per il meeting su Intelligenza artificiale: obiettivo sviluppare ecosistema europeo

VeneziaToday è in caricamento