Lunedì, 18 Ottobre 2021
Attualità

In pensione Mario Quaresimin, dirigente della Cia di Venezia

Dopo 40 anni al servizio dell’agricoltura del territorio ora gode del meritato riposo. Entrato nella confederazione nel 1983 è stato presidente e direttore della Confederazione Italiana Agricoltori di Venezia. «La sostenibilità sarà la sfida del futuro»

Dopo 40 anni al servizio dell’agricoltura del territorio è andato in pensione (venerdì 30 luglio è stato l'ultimo giorno di lavoro) il dirigente della Cia (Confederazione Italiana Agricoltori) di Venezia, Mario Quaresimin. Entrato nella confederazione nel 1983, 4 anni dopo ha avuto il primo ruolo dirigenziale e nel 1991 è stato eletto presidente della Cia, com'è stata denominata poi la confederazione che un tempo era ConfColtivatori. «Sono stati anni di grande crescita per l’organizzazione - ricorda Quaresimin -. Un pensiero di gratitudine va a Eugenio Bruno Ballan, partigiano e sindacalista, che mi ha fatto entrare in questo mondo e che è stato sempre vicino alla Cia». Nel 2011, quando lo statuto Cia stabilisce che il ruolo di presidente debba essere ricoperto da un agricoltore, gli subentra Paolo Quaggio e Quaresimin diventa direttore.

«Durante la pandemia - ha continuato Quaresimin - tutti ci siamo accorti di quanto sia importante il lavoro agricolo, che ha fatto in modo che sulle tavole di tutti non mancasse mai nulla». Quaresimin lascia un'organizzazione stabile attore dei tavoli con gli enti locali e ferma nelle sue posizioni: dalla salvaguardia del territorio all’impegno sulla sostenibilità. «Quest’ultima sarà la sfida del futuro - afferma Quaresimin - Il rammarico è che, nonostante gli sforzi, agli agricoltori non venga riconosciuto ciò che meritano. Credo - conclude - che dovremo valorizzare il fatto di essere a Venezia, che resta un richiamo turistico senza pari in tutto il mondo. Investire sull’ospitalità, sul mantenimento di un paesaggio agricolo così peculiare, puntare su un’offerta enogastronomica di qualità: sono questi gli obiettivi che Cia Venezia dovrà perseguire, anche per offrire prospettive alle nuove generazioni di agricoltori, che altrimenti non vorranno più fare questo mestiere». Il nuovo direttore sarà Angelo Cancellier.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In pensione Mario Quaresimin, dirigente della Cia di Venezia

VeneziaToday è in caricamento