menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una nuova sede per la scuola primaria di Sant'Anna, oggi la posa della prima pietra

Il nuovo edificio sarà il risultato dell'ampliamento dell'attuale scuola media. Un plesso dotato di 10 classi, sviluppate su due piani

Si è tenuta mercoledì mattina la posa della prima pietra della scuola primaria di Sant'Anna di Chioggia B. Maderna, alla presenza del sindaco Alessandro Ferro, dell'assessore all'Istruzione Isabella Penzo e del dirigente scolastico Sergio Ferroli.

Lavori di ampliamento

Si tratta, nello specifico, di lavori di ampliamento dalla scuola secondaria di primo grado, a cui sarà collegata la primaria. Interventi che prevedono due stralci: un primo conclusosi ancora nel 2012, che comprendeva l'ingresso nuovo e alcuni interventi interni, mentre ora si avvia la seconda fase, che ha come obiettivo la realizzazione di un secondo edificio, collegato a quello esistente, dove collocare le dieci aule della scuola primaria Penzo.

Il progetto

L’ampliamento del plesso scolastico sarà realizzato ad ovest dell’edificio principale, su due piani. Ogni piano sarà ripartito in cinque aule didattiche, collegate internamente da un corridoio, che unirà il nuovo fabbricato alla scuola esistente. Inoltre saranno realizzati servizi igienici ad ogni piano. Il "concept" dell’ampliamento è ispirato ad una sinergia virtuosa, nell’utilizzo di alcune fonti rinnovabili che, anche se in modo non esaustivo, provvedono al fabbisogno energetico dell'edificio. L'intervento complessivo è finanziato dallo Stato per un importo complessivo di 1,2 milioni di euro.

Scuola Maderna_10-2

Nuova sede

Una scuola elementare, quindi, in una nuova sede. «Siamo qui tutti insieme per dare il via ad un nuovo inizio - ha detto Penzo in apertura di cerimonia - È un onore celebrare per la prima volta la posa della prima pietra della scuola primaria Maderna, un momento tanto atteso che finalmente si realizza».

«Presto una primaria in una sede unica»

«Abbiamo preparato una pergamena, che verrà inserita in questo blocco di cemento, coperto con delle pietre e poi interrato nel cantiere - ha spiegato Ferro - e una volta conclusa la costruzione della scuola, prenderemo di nuovo il blocco, estrarremo la pergamena e la affiggeremo nella nuova scuola. Questo è lo scopo della cerimonia di oggi. In tempi brevi potremmo avere una nuova scuola primaria in un plesso unico. Questo è un altro intervento sbloccato da questa amministrazione: il primo stralcio si è concluso nel 2012».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento