rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Attualità

Presentati alle nuove matricole universitarie tutti i servizi Esu Venezia

Dagli alloggi alle mense, fino alle borse di studio e alle attività aggregative, culturali e sportive di cui si occupa l'ente per il diritto allo studio

Con un evento a Santa Margherita l’ente per il diritto allo studio (Esu) ha presentato alle nuove matricole i servizi che eroga, dagli alloggi alle mense, fino alle borse di studio. Oltre centocinquanta studenti delle università veneziane hanno partecipato nella serata di giovedì all’auditorium Santa Margherita, all’Esu Welcome Students, promosso dall'ente regionale per il diritto allo studio universitario.

L’iniziativa, volta a presentare alle nuove matricole i servizi che Esu Venezia offre alla comunità studentesca, ha visto gli interventi dei rappresentanti di Ca’ Foscari, Iuav, Accademia delle Belle Arti e del Conservatorio di Musica, oltreché di Piergiovanni Sorato e Stefano Ferrarese, rispettivamente presidente e direttore dell’ente regionale. «La nostra missione è quella di dare la possibilità a tutti gli studenti universitari di studiare e vivere appieno l’esperienza universitaria, una delle più belle della loro vita – ha detto il presidente di Esu Venezia, Piergiovanni Sorato –. Con questa serata abbiamo voluto dimostrare la nostra vicinanza alle ragazze e ai ragazzi che hanno scelto di formarsi in città per costruire il loro futuro, informandoli sui servizi che offriamo e che ogni giorno cerchiamo di sartorializzare in base alle loro esigenze».

Diverse le risposte alla comunità studentesca: dalla ristorazione ai servizi di consulenza psicologica, dalla residenzialità alle attività aggregative, culturali e sportive, dalla mobilità internazionale all’orientamento e all’informazione alle scelte di studio e lavoro. Fino alle borse di studio erogate secondo criteri di reddito e merito.

L’evento è stato arricchito da una ventina di testimonianze dirette degli studenti universitari fuori sede che vivono nelle residenze messe a disposizione dall’ente regionale, come ad esempio, fra le altre, le residenze Abazia, Ragusei, Santa Marta, San Giobbe, Santa Fosca, Domus Civica, Gesuiti e Catecumeni. «L’aspetto che più mi ha colpito quando sono arrivata a Venezia è stato il grande senso di umanità del personale di Esu, che mi ha accolto come se fossi una loro figlia facendomi sentire a casa – ha affermato Chaimaa Benaly, studentessa di lingue orientali, arabo e turco a Ca’ Foscari –. Dagli alloggi alla mensa al supporto costante nelle pratiche burocratiche. Esu è un punto di riferimento».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presentati alle nuove matricole universitarie tutti i servizi Esu Venezia

VeneziaToday è in caricamento