Nidi e scuole d'infanzia per il Comune possono ripartire, manca via libera dal governo

Sanificazioni, controlli, sopralluoghi e più di 800 adesioni dalle famiglie: scuole pronte nel Veneziano già il 3 giugno

L'assessore in sopralluogo nelle scuole del Comune di Venezia

Nidi e scuole d’infanzia: il Comune pronto ad aprire il 3 giugno, con le sanificazioni eseguite e i sopralluoghi compiuti. Come la Regione, l'assessore alle Politiche educative veneziano Paolo Romor si è chiesto che fine abbia fatto il via libera del governo, «a più livelli istituzionali preannunciato - dice -. Abbiamo predisposto i nostri 27 nidi e le 18 scuole d’infanzia. Ci siamo impegnati perchè sentiamo il dovere di ripristinare i fondamentali diritti dei bambini quali quello al gioco, all’incontro con i coetanei e, soprattutto, quello all’educazione».

L'organizzazione

Accessi scaglionati per evitare gli assembramenti, controllo della temperatura all’entrata e più volte al giorno, organizzazione di piccoli gruppi stabili, a ciascuno dei quali viene dedicata una maestra e riservata un’area specifica, con i propri giochi e i necessari presidi igienici; prevalenza delle attività all’aperto e attenzione alla cura degli scoperti. «Abbiamo inoltro provveduto a sottoporre al test sierologico tutto il personale, educativo e ausiliario, coinvolto nel servizio».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le adesioni

«Grazie ad Ames - continua Romor - è stato previsto un dettagliato piano di sanificazioni funzionali alla riapertura e, poi, quotidianamente verranno ripetute con più passaggi, sia per il mobilio che per tutti i giochi, i libri, ecc». Ames può inoltre far ripartire in poco tempo l’approvvigionamento degli alimenti necessari per il servizio di mensa. «Ad oggi abbiamo ricevuto 830 adesioni da parte degli iscritti ai nostri nidi e alle nostre scuole d'infanzia per poter riprendere i nidi per il periodo di giugno e luglio, e le scuole d’infanzia per giugno, così da integrarle con la presenza dei centri estivi previsti da fine giugno a fine agosto. Nei giorni scorsi le proteste dei sindacati; Cgil e Uil concordano nel ritenere che non ci siano le condizioni per riaprire in sicurezza scuole e centri estivi, né per i piccoli, né per il personale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

  • Crescono i casi di coronavirus, i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Vishing, la truffa che "svuota" il conto corrente: tre denunce

  • Tragedia in A27: perde il carico, scende a recuperarlo e viene travolto

  • Coppia di turisti aggredita e picchiata da una baby gang a Campo Santa Margherita

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento