rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Attualità

Nidi e scuole d'infanzia per il Comune possono ripartire, manca via libera dal governo

Sanificazioni, controlli, sopralluoghi e più di 800 adesioni dalle famiglie: scuole pronte nel Veneziano già il 3 giugno

Nidi e scuole d’infanzia: il Comune pronto ad aprire il 3 giugno, con le sanificazioni eseguite e i sopralluoghi compiuti. Come la Regione, l'assessore alle Politiche educative veneziano Paolo Romor si è chiesto che fine abbia fatto il via libera del governo, «a più livelli istituzionali preannunciato - dice -. Abbiamo predisposto i nostri 27 nidi e le 18 scuole d’infanzia. Ci siamo impegnati perchè sentiamo il dovere di ripristinare i fondamentali diritti dei bambini quali quello al gioco, all’incontro con i coetanei e, soprattutto, quello all’educazione».

L'organizzazione

Accessi scaglionati per evitare gli assembramenti, controllo della temperatura all’entrata e più volte al giorno, organizzazione di piccoli gruppi stabili, a ciascuno dei quali viene dedicata una maestra e riservata un’area specifica, con i propri giochi e i necessari presidi igienici; prevalenza delle attività all’aperto e attenzione alla cura degli scoperti. «Abbiamo inoltro provveduto a sottoporre al test sierologico tutto il personale, educativo e ausiliario, coinvolto nel servizio».

Le adesioni

«Grazie ad Ames - continua Romor - è stato previsto un dettagliato piano di sanificazioni funzionali alla riapertura e, poi, quotidianamente verranno ripetute con più passaggi, sia per il mobilio che per tutti i giochi, i libri, ecc». Ames può inoltre far ripartire in poco tempo l’approvvigionamento degli alimenti necessari per il servizio di mensa. «Ad oggi abbiamo ricevuto 830 adesioni da parte degli iscritti ai nostri nidi e alle nostre scuole d'infanzia per poter riprendere i nidi per il periodo di giugno e luglio, e le scuole d’infanzia per giugno, così da integrarle con la presenza dei centri estivi previsti da fine giugno a fine agosto. Nei giorni scorsi le proteste dei sindacati; Cgil e Uil concordano nel ritenere che non ci siano le condizioni per riaprire in sicurezza scuole e centri estivi, né per i piccoli, né per il personale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nidi e scuole d'infanzia per il Comune possono ripartire, manca via libera dal governo

VeneziaToday è in caricamento