menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bollino nero, con la polizia locale a sorvegliare i lancioni: "Se arrivano le nuvole sarà boom"

Un tassista: "Il moto ondoso così aumenta, ma la situazione peggiore è rio Novo". A terra, a Fondamente Nove, gli steward #EnjoyRespectVenezia e le indicazioni per piazza San Marco

Non solo varchi, anche lancioni. Non solo terra, anche acqua. Venezia nei giorni clou trabocca di turisti che giungono via treno, via auto o attraverso i lancioni, in grado di convogliare fino a 200 persone alla volta. Si tratta dei turisti che provengono dalle spiagge e che desiderano vedere San Marco o Rialto per poi far ritorno negli alberghi e nei campeggi del litorale. Durante le giornate da "bollino nero", come nel corso del weekend del 2 giugno, i lancioni sono stati spostati, come indicato dall'ordinanza del sindaco Brugnaro, alle fondamente Nove, dove attraccano in corrispondenza di un pontile attrezzato. 

Controlli e deterrenza

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In attesa del boom 

I dati venerdì restituivano uno scenario ben poco allarmante, ma tra sabato e domenica sarà con ogni probabilità boom: alle 14.30 le "toccate" erano state 23, quando nei giorni di ponte del primo maggio si erano raggiunte le 40 (sabato 28 aprile addirittura 47). Il moto ondoso nello specchio acqueo compreso tra fondamente Nove e l'isola di San Michele aumenta per forza di cose, viste le dimensioni dei lancioni, e qualche in difficoltà in più per la navigazione c'è. "Ma la parte peggiore è rio Novo, lì c'è veramente una grande confusione - spiega un tassista - anche qui però non si scherza". 

"Se arrivano le nuvole sarà pienone"

Ad attendere i turisti due steward #EnjoyRespectVenezia con una guardia giurata: ombrellone per assicurarsi un po' d'ombra e indicazioni pronte per spiegare come raggiungere San Marco. A qualche decina di metri un'imbarcazione della polizia locale, che sorveglia il traffico acqueo con funzione soprattutto di deterrenza: "Oggi sta andando bene - dichiara Andrea Sprezzola, giovane agente della polizia locale di 27 anni - Aspettiamo domani e dopodomani, saranno le giornate più calde. Per stamattina il flusso è stato corretto". Nel pomeriggio le operazioni si spostano in Bacino di San Marco: "Oggi è una splendida giornata - dichiara un responsabile della mobilità acquea - la gente resta in spiaggia. Se sabato e domenica arrivano le nuvole qui ci sarà il pienone".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Veneto ancora in zona arancione, Confcommercio: «Siamo sconcertati»

Mestre

Avviata la riqualificazione di piazzale Cialdini con il nuovo ponte sull'Osellino

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Marchio Igp per il vetro di Murano e il merletto di Burano

  • Cronaca

    Sport e attività motoria, cosa si può fare in Veneto: le Faq del Governo

  • Cronaca

    Ufficiali i nuovi colori: il Veneto resta arancione

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento