rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Attualità Marittima

Il vicesindaco in Marittima, vaccino a 4 mila forze dell'ordine. Nel weekend gli insegnanti

Tomaello al terminal 103 del Tronchetto. «Questo punto di riferimento per il turismo ora è un centro per la ripartenza di Venezia». Il monito: «Massima attenzione e rispetto delle regole per evitare il rischio di zone rosse nei Comuni»

Il vicesindaco di Venezia Andrea Tomaello è in Marittima mercoledì mattina, dove si svolge in questi giorni al terminal 103, in concessione alla Venezia Terminal Passeggeri delle crociere, la somministrazione dei vaccini agli operatori di carabinieri, finanza, polizia di Stato e altro personale dei servizi essenziali che lavora in provincia. La campagna vaccinale interessa 4 mila operatori delle forze dell'ordine del territorio veneziano ed è coordinata dalla questura e dall'Ulss 3 con il supporto della polizia locale, della protezione civile e della croce rossa di Venezia.

«Vedere questa sinergia e questa collaborazione interforze - ha affermato Tomaello - onora la città. Voglio ringraziare tutti coloro che sono impegnati in questa attività, i volontari e gli operatori per il contributo che stanno dando in termini logistici, di accettazione e organizzazione e di supporto alla macchina organizzativa. L'obiettivo è vaccinare in breve tempo quante più persone possibili. Ci troviamo in un hub che, fuori dall'emergenza, - ha aggiunto - rappresenta un punto di riferimento per il turismo che arriva nella nostra città e per chi lavora. In epoca pandemica diventa un centro essenziale che può contribuire alla ripartenza di Venezia. In questa fase sono 4 mila le donne e gli uomini che si sottopongono al vaccino. Auspico che si possa continuare a vaccinare qui anche quando sarà coinvolta a tappeto tutta la cittadinanza, in modo che questo luogo diventi un simbolo di speranza per la nostra rinascita», ha detto il vicesindaco. Nel fine settimana, sempre qui, verranno vaccinati gli insegnanti. «Il cambio repentino di colore del Veneto, in zona arancione, ci fa capire che l'emergenza non è finita - dice Tomaello - e non siamo fuori dalla pandemia. Come amministratori dobbiamo continuare a prestare attenzione perché ora sono previste anche le zone rosse comunali e non vorremmo rischiare ulteriori chiusure. Facciamo appello ai cittadini a prestare la massima attenzione al rispetto delle regole e ad evitare assembramenti anche se ora le belle giornate e il sole inviterebbero alle passeggiate».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il vicesindaco in Marittima, vaccino a 4 mila forze dell'ordine. Nel weekend gli insegnanti

VeneziaToday è in caricamento