menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Utilizzano il defibrillatore, salvano la vita ad un 82enne a bordo vasca

È successo lunedì mattina a Mestre, negli impianti sportivi di via Penello. Dopo un malore, l'anziano, in arresto cardiaco, ha rischiato di annegare

La tragedia è stata solo sfiorata, grazie alla preparazione e prontezza del personale. Come riporta la Nuova Venezia, infatti, lunedì mattina gli assistenti della piscina comunale di via Penello di Mestre hanno salvato la vita ad un 82enne.

L’anziano era impegnato in una lezione di nuoto, quando a seguito di un malore improvviso ha perso conoscenza e rischiato di annegare. Tempestivo l’intervento del personale in servizio, che ha provveduto a rianimare l’uomo in stato di arresto cardio-circolatorio, prima con il massaggio cardiaco, poi con l’utilizzo del defibrillatore. Un plauso ai soccorritori, che grazie alle manovre di primo soccorso sono riusciti a salvare in extremis la vita all’anziano, già vigile all’arrivo degli operatori del 118 e poi condotto all’ospedale dell’Angelo, dove è rimasto sotto controllo nelle ore successive. 

Davide Giorgi, presidente della polisportiva che gestisce gli impianti sportivi, si è congratulato con gli assistenti a bordo vasca, sottolineando come la scelta di puntare sulla formazione di primo soccorso per tutto il personale si sia rivelata fondamentale. Un provvedimento che dovranno adottare, entro ottobre 2015, tutte le società sportive dilettantistiche. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento