rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Cronaca Chirignago / Via Asseggiano

Ci avevano preso gusto: ennesimo raid alla Edison-Volta, arrestati due minorenni

Un 16enne e un 17enne in manette nella notte tra martedì e mercoledì dopo essere stati sorpresi in fuga fuori dall'istituto di Asseggiano. Almeno quattro le devastazioni lì

Finalmente sono stati bloccati e arrestati. Dopo l'ennesimo raid all'interno dell'istituto Edison-Volta di Asseggiano. Non si contano le intrusioni nella scuola a partire dal periodo natalizio. Il copione era sempre lo stesso: devastazione di aule e corridoi, con tanto di svuotamento degli estintori, serrature forzate, armadi divelti. Poi anche il furto di materiale scolastico. L'ultimo raid nella notte tra martedì e mercoledì non ha fatto eccezione, solo che stavolta i due giovani colpevoli sono stati individuati e soprattutto sono finiti in manette per furto aggravato e danneggiamento in concorso. La scuola, invece, dovrà chiudere per alcuni giorni per essere rimessa in sicurezza, visto che le ripetute incursioni secondo le forze dell'ordine l'avrebbero messa in condizioni di "pericolo strutturale".

LA DIRIGENTE SCOLASTICA: "RISCHIANO L'ESPULSIONE"

Gli arrestati sono due minorenni dell'Est Europa, uno di 15 e l'altro di 16 anni (quest'ultimo con già alle spalle episodi di reati contro il patrimonio  ed episodi di bullismo), su cui ora continuano le indagini della squadra mobile per stabilire se siano gli autori anche delle altre tre devastazioni dell'istituto. Gli elementi in mano agli investigatori, infatti, inducono a ritenere che in passato anche altre persone potrebbero essersi rese protagoniste dei danneggiamenti. Sempre secondo le forze dell'ordine, gli arrestati sarebbero degli studenti dell'Edison-Volta (ora ai domiciliari) che, per motivi ancora al vaglio, avevano deciso di frequentarlo per motivi poco leciti anche di notte. Fatto sta che uno dei due intrusi ha fatto un passo falso che ha permesso alla polizia di sorprendere la coppia in flagrante: verso l'1.40 della notte arriva alla centrale operativa della questura il segnale dell'allarme anti intrusione collegato a una porta.

Quest'ultima è stata aperta dagli intrusi, che in questo modo si sono messi in trappola da soli (a differenza delle altre volte, quando invece i vandali hanno dimostrato di conoscere quali porte non toccare). Sul posto sono intervenute tre volanti della polizia, che hanno ostruito le possibili vie di fuga. Non è servito molto tempo per vedere i due giovanissimi uscire di soppiatto dalla scuola per raggiungere un motorino nero e darsi alla fuga a fari spenti e contromano. A quel punto sono stati bloccati dagli uomini in divisa e sono scattate le manette.

Nello zaino di uno dei due (che aveva anche una torcia a led) sono stati trovati vari pensili da laboratorio di proprietà dell'istituto, oltre che alcuni arnesi da scasso. Dopodiché gli agenti hanno effettuato un sopralluogo all'interno dell'edificio, dove hanno riscontrato come gli intrusi avessero svuotato ancora gli estintori nelle aule e avessero allagato il piano superiore lasciando aperte le manichette antincendio. Ma l'acqua, attraverso il controsoffitto, aveva raggiunto anche l'atrio al piano terra, causando pesanti danni. I malintenzionati avevano forzato, e in alcuni casi divelto, le porte dei locali e degli armadi dai quali erano stati trafugati alcuni oggetti tecnici. Quindici in tutto le aule parzialmente allagate e imbrattate con svuotamento completo di 9 estintori. Pieno d'acqua anche un vano ascensore, a causa di una manichetta antincendio lasciata aperta.

Sul posto per lenire le conseguenze dei danni sono quindi intervenuti i vigili del fuoco, dopodiché è stato effettuato anche un sopralluogo dalla polizia scientifica, la quale ha individuato impronte di scarpe compatibili con le calzature indossate dai due minorenni. Nella notte nel mirino è finito anche il vicino istituto Luzzatti-Gramsci: in questo caso però gli intrusi (probabile anche se non sicuro che possano essere stati gli arrestati) hanno forzato una finestra. L'allarme però li ha indotti a desistere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ci avevano preso gusto: ennesimo raid alla Edison-Volta, arrestati due minorenni

VeneziaToday è in caricamento