menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ad ogni identificazione una falsa identità: cittadino tunisino arrestato dalla polizia

Oltre 20 procedimenti di fotosegnalamento a suo carico. Un ordine di carcerazione per traffico di stupefacenti e irregolare sul territorio dal 2008. Individuato giovedì senza documenti

La polizia di Marghera ha individuato e arrestato giovedì un cittadino tunisino 30enne, già destinatario di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica a inizio maggio, con la condanna a un mese e 15 giorni di reclusione. 

L’uomo è presente sul territorio irregolarmente dal 2008, già sottoposto a oltre 20 procedimenti di fotosegnalamento, con svariate identità a suo carico e precedenti per traffico di stupefacenti.

Gli agenti lo hanno individuato mentre si aggirava a Piazzale Gar. Riconosciuto in quanto più volte deferito alle forze dell’ordine per spaccio era amico del cittadino nordafricano catturato mercoledì dagli stessi poliziotti di Marghera.

Il 30enne è stato bloccato e i poliziotti hanno provveduto ad identificarlo con precisione. Lo stesso ha dichiarato un’identità che in sede di accertamento con rilievi dattiloscopici si è rivelata non corrispondere a quella reale. Il nominativo falso era lo stesso adoperato per recarsi regolarmente, tre giorni alla settimana, a firmare il registro predisposto a suo nome presso un’altra caserma.   


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento