Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Furti di portafogli nei negozi, nei guai intera famiglia di ladri

Derubavano le commesse nelle attività commerciali. Da Mestre si spostavano a Vicenza

Le modalità con cui agivano erano sempre le stesse. Uno di loro attirava l'attenzione della commessa mentre un complice le rubava il portafogli lasciato incustodito. Tre persone sono state arrestate e una denunciata a conclusione di un'indagine dei carabinieri della compagnia di Thiene su una serie di furti avvenuti in numerosi negozi. Gli indagati Paolo Colombi, 55enne, Nada Pasquale, 50enne, Ketti Di Colombi, 28enne e il fratello Roberto 22enne, tutti componenti di una famiglia sinti e residenti al campo nomadi di Mestre.

Le due donne sono state sottoposte agli arresti domiciliari nel campo nomadi di residenza, mentre più giovane è stato colpito dal divieto dimora in tutta la provincia di Vicenza e dall'obbligo di firma. Paolo Di Colombi è stato denunciato. Le accuse nei loro confronti sono di: concorso in furto con destrezza, aggravato e continuato oltre all’indebito utilizzo di carte di credito/bancomat per un danno complessivo di oltre 7mila euro.

Le indagini dei carabinieri sono partite a seguito del primo furto di portafogli avvenuto il 15 settembre scorso alla “Cartoleria al Corso” di Thiene ai danni della titolare: nel primo pomeriggio due donne sono entrate in cartoleria e, mentre la più anziana distraeva la titolare con un pretesto, l’altra più giovane sfilava dalla borsa della vittima il portafogli. Le due ladre, una volta uscite, con le carte di credito e il bancomat hanno effettuato prelievi e acquisiti in vari negozi di Villaverla, Costabissara, Vicenza e Venezia per un totale di 2mila euro. La negoziante si è accorta del furto solo dopo aver ricevuto diversi sms dalla banca che confermavano i pagamenti. Dieci giorni dopo, a Villaverla, si è verificato un secondo episodio analogo al negozio di abbigliamento “Lou Lou”. Il 2 ottobre, è stato preso di mira il negozio di abbigliamento per bambini “Morbillo” di Thiene. Messi insieme tutti gli elementi, i carabinieri hanno individuato i quattro responsabili.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti di portafogli nei negozi, nei guai intera famiglia di ladri

VeneziaToday è in caricamento