rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca

Finti incidenti sui mezzi pubblici, banda aveva preso 100mila euro

I componenti del sodalizio simulavano cadute. Si recavano poi da sanitari compiacenti che attestavano loro cicli di fisioterapie inesistenti

Avevano messo a segno una serie di truffe alle assicurazioni che aveva fruttato loro circa un centinaio di migliaia di euro. Il metodo era il classico: finti incidenti stradali. I carabinieri di Venezia dall'alba di giovedì hanno fatto scattare una raffica di perquisizioni (sarebbero una trentina) nei confronti di una organizzazione criminale specializzata in truffe.

Il sistema messo in piedi aveva nel mirino i mezzi pubblici. Una volta saliti a bordo del veicolo, infatti, simulavano di sentirsi male e ricorrevano quindi alle cure sanitarie. C'era poi chi attestava per loro prestazioni di fisioterapia mai effettuate. Dei complici, dunque, sembrerebbero esserci anche in campo sanitario.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finti incidenti sui mezzi pubblici, banda aveva preso 100mila euro

VeneziaToday è in caricamento