menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gli chiedono le bollette arretrate degli ultimi 10 anni: "Ma la metà erano già prescritte"

E' accaduto a un cittadino di Marcon, che si è visto chiedere dalla società territoriale per i servizi di fognatura, 1.300 euro circa. Ma il 50% dell'importo era oramai prescritto

Attenzione alle richieste di pagamento di "somme pregresse" da parte delle società che chiedono tariffe per fognature e depurazioni: una parte dell'importo potrebbe infatti essere prescritta. E' quanto accaduto a un socio Adico, associazione a difesa dei consumatori, di Marcon. Il cittadino, residente in via Fermi, si è rivolto all'ufficio legale dopo aver ricevuto una lettera dalla società competente sul territorio per quel tipo di servizi in cui si chiedeva il pagamento di 1.378,82 euro per un periodo che va dal 2006 al 2016.

Bolletta da dimezzare

La società, con una missiva, ha spiegato che, dopo aver effettuato alcune verifiche riguardanti gli allacciamenti della rete fognaria, ha riscontrato che “il fabbricato ove è ubicata la sua utenza è allacciato alla condotta di fognatura pubblica di via Fermi e convoglia direttamente le acque reflue urbane all’impianto di Quarto d’Altino”. Da qui la “bolletta” di 1.378,82 euro, cifra per la quale la società ha da subito annunciato la possibile rateizzazione. 

Attenzione alla prescrizione

“L’utente di Marcon – spiega Carlo Garofolini, presidente dell’Adico – si è rivolto al nostro ufficio legale tramite il quale è stata subito contestata una parte di bolletta, dato che per queste “materie” vale la prescrizione quinquennale. I nostri esperti hanno chiesto di stornare gli importi antecedenti il 2012 ottenendo una risposta positiva da parte dell’azienda”. L’importo richiesto è passato dunque da 1.378,82 a 689,32 euro. Anche questa cifra rateizzabile. “Gli utenti che hanno ricevuto la richieste di pagamento delle somme pregresse per la tariffa fognaria e di depurazione – conclude Garofolini – devono sapere che una parte degli importi sono probabilmente prescritti. In questo caso il nostro consiglio è quello di rivolgersi al nostro ufficio legale per far valere le proprie ragioni”.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento