menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La piccola Celeste è stata dimessa, ora è nella sua casa di Tessera

Dopo la conclusione della terapia in ospedale a Brescia, la bambina veneziana di due anni affetta da atrofia muscolare spinale è tornata. La sua cura è appesa alla decisione del giudice veneziano

 

Ha passato una notte tranquilla nel reparto di oncoematologia pediatrica degli Spedali Civili di Brescia Celeste, la bambina veneziana di 2 anni affetta da atrofia muscolare spinale. La piccola, dopo essere stata sottoposta agli ultimi controlli è stata dimessa nel pomeriggio. Ieri era stata sottoposta a un'infusione di cellule staminali adulte, dopo il via libera temporaneo arrivato dal Tribunale di Venezia cui i genitori si erano rivolti per far riprendere le cure 'compassionevoli'.
 
Ed è arrivata nella sua casa di Tessera (Venezia), dopo la conclusione della terapia in ospedale a Brescia, Maria Celeste, la bambina veneziana di due anni affetta da atrofia muscolare spinale.  Lo conferma il medico che la segue, il pediatra Marino Andolina. Fino al giorno della prossima udienza del 28 agosto davanti al giudice del lavoro di Venezia, chiamato a decidere sulla prosecuzione delle cure dopo lo stop imposto a maggio dall'Aifa, la famiglia ha deciso di rimanere in silenzio. «Proprio per non pregiudicare - spiega Andolina - la decisione finale del giudice Margherita Bortolaso».
(ANSA)
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento