rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca San Polo / San Polo, 2169

A Venezia torna il cinema all'aperto: più di un migliaio per la "proiezione di resistenza"

In campo San Polo pienone per "Yuppi Du", uno dei film più famosi di Adriano Celentano. Un'iniziativa autofinanziata dai residenti, dopo lo stop del Comune di qualche anno fa

Scene d'altri tempi. Non di un passato remoto, ma di pochi anni fa. Sembra però essere passato un secolo. Alla vigilia della Mostra 2017 è tornato il cinema all'aperto a Venezia, in quel campo San Polo che per tradizione ha sempre ospitato le rassegne estive fino alla gestione commissariale di Vittorio Zappalorto.

Da quel momento in poi le condizioni disastrate delle casse del Comune non hanno più permesso di reiterare la tradizione. Ci hanno pensato i residenti a rompere il tabù: martedì sera è stata organizzata la proiezione di "Yuppi Du", il lungometraggio di Adriano Celentano del 1975. L'organizzazione è stata resa possibile grazie all'impegno della municipalità e di numerose realtà cittadine, oltre che grazie alla concessione del "clan Celentano". Nessuna risorsa pubblica è stata spesa, per una "proezione resistente" di una città che vuole riscoprire e difendere le proprie tradizioni popolari. I social network sono stati "invasi" dalle foto dei partecipanti (oltre un migliaio) che da casa si sono portati la propria sedia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Venezia torna il cinema all'aperto: più di un migliaio per la "proiezione di resistenza"

VeneziaToday è in caricamento