«Macroscopica negligenza» nella realizzazione del ponte, condannato Calatrava

L'archistar dovrà pagare 78mila euro di multa per un aggravio di costi nella realizzazione dell'opera. La decisione della Corte dei conti, dopo l'assoluzione in primo grado

Santiago Calatrava (©Ansa)

L'archistar catalana Santiago Calatrava, dopo l'assoluzione in primo grado, è stato condannato dalla Corte dei conti di Venezia in appello a pagare 78mila euro per danno erariale nella realizzazione del ponte della Costituzione.

«Macroscopica negligenza»

La multa, nell'ambito della realizzazione di un'opera costata 11 milioni e 600mila euro a fronte ai 7 milioni previsti, riguarda una «macroscopica negligenza» - come scrivono i giudici contabili nella sentenza. L'architetto è ritenuto responsabile di un aggravio di costi per aver sottostimato le dimensioni di alcuni tubi, ma anche i tempi di usura dei gradini, in parte in vetro. Quest'ultimi dovevano durare almeno 20 anni, ma da subito si è dovuto ricorrere a costose sostituzioni e rattoppi che continuano ancor oggi. Nella sentenza, si legge anche che la negligenza è «tanto più grave e meritevole di essere stigmatizzata in quanto proveniente da uno stimato professionista».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tacco11 della famiglia di Federica Pellegrini nel nuovo hotel a 5 stelle di Jesolo

  • Schianto tra due auto, morta una donna

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie» ​

  • Donna trovata morta sugli scogli, è una signora di Noale

  • L'Auchan passa a Conad. Sciopero e presidio a Mestre

  • Barca finisce in secca, volo dell'elicottero per recuperare quattro persone

Torna su
VeneziaToday è in caricamento