rotate-mobile
Cronaca

Cuore in primo piano per tutti: controlli gratuiti per bambini e adulti alla Ulss3

Al reparto pediatrico dell’ospedale di Dolo, domenica 5 novembre, giornata di screening per i piccoli e a Mestre, il 29, 30 e 31 ottobre, all'interno del Jumbo Truck esami per gli adulti

Vicini al cuore della gente, da quello dei più piccoli fino a quello dei grandi. Due le iniziative messe in campo dall'Ulss3, per il controllo cardiologico della popolazione. A Mestre, il 29, 30 e 31 ottobre, “in Piazzetta Coin, gli specialisti dell’Ulss 3 Serenissima – spiega il Direttore Generale, Giuseppe Dal Ben – sottoporranno i cittadini, gratuitamente, ad un esame elettrocardiografico e di screening aritmico, con la misurazione della pressione arteriosa e il prelievo di una goccia di sangue dal dito per la determinazione di tutto il profilo lipidico e glicidico. Esami importanti e un’occasione da non perdere: il Jumbo Truck entra nel cuore della nostra città, per entrare nel nostro cuore e darci una mano”. Quello che troveranno non è un ambulatorio tradizionale.

Il Jumbo Truck della “Banca del Cuore”

“Il Jumbo Truck – sottolinea il dottor Guerrino Zuin, della Cardiologia dell’Angelo – ha già fatto tappa in una trentina di città. E dovunque si propone come un monito ben visibile, e ricorda a ciascuno di noi la necessità di prendere sul serio la propria salute cardiovascolare: la metà delle morti nelle nostre città sono dovute a problemi cardiovascolari, eppure sembriamo incuranti rispetto ai fattori di rischio più importanti, come l’obesità, il diabete, l’ipercolesterolemia, l’ipertensione, il fumo, la sedentarietà”. Gli studi scientifici certificano che le malattie cardiache e l'ipertensione arteriosa, nella fascia di età tra 35 e 75 anni, colpiscono in Italia il 51% degli uomini e il 37% delle donne. Secondo l’Ufficio di statistica dell’Istituto Superiore di Sanità sui decessi per malattie cardiovascolari, questi rappresentano circa il 40% di tutte le morti, con un tasso medio di 148 morti per 100.000 abitanti l'anno. Il grande tour attraverso l’Italia del Jumbo Truck – un’idea della “Fondazione per il Tuo Cuore” dell’Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri – è quindi un’iniziativa fondamentale, realizzata con la collaborazione delle amministrazioni delle città ospitati: “E’ solo aumentando la consapevolezza e i controlli preventivi – continua il dottor Zuin – che si abbattono rischi: attraverso esami e controlli possiamo conoscere meglio il nostro profilo di rischio, e questo può avvenire nel Jumbo Truck che ci aspetta tutti a Mestre tra il 29 e il 31 ottobre, ma in realtà deve avvenire nella vita di tutti i giorni”.

Banca del cuore

Controllare, conosce e ricordare: e proprio a ricordare serve il “BancomHeart” che sarà consegnato ai cittadini al termine degli esami effettuati sul Jumbo Truck: “Il ‘BancomHeart’ è una tessera magnetica – spiega il dottor Zuin – che il cittadino porta con sé proprio come fosse un bancomat. Le informazioni raccolte attraverso i controlli effettuati sul Truck vengono trasferiti e conservati nella ‘Banca del Cuore’: una cassaforte digitale dove le informazioni mediche relative al cuore; e grazie al ‘BancomHeart’ sono sempre disponibili e consultabili dall’utente, o dai medici che lo curano, anche a distanza o all’estero. E in caso di malore o di urgenza, magari in un Pronto Soccorso diverso dal proprio, il ‘BancomHeart’ potrebbe risultare un’utilissima card salvavita”. Al termine della visita ogni cittadino riceverà il “BancomHeart”, la stampa del proprio elettrocardiogramma, dello screening metabolico, del proprio rischio cardiovascolare, e infine un kit di 7 opuscoli realizzati da “Fondazione per il tuo Cuore” sulla prevenzione cardiovascolare.
 

Prevenire complicazioni fin da piccoli

cardiologi dolo-3

Equipe Cardiologia di Dolo

Vicini al cuore dei bambini. Questo lo slogan della giornata di screening cardiologico organizzata nella Cardiologia Pediatrica dell’ospedale di Dolo, domenica 5 novembre, in collaborazione con l’Associazione Cuore Amico Mirano onlus.

Dalle 9 alle 12, saranno controllati i piccoli dai 6 ai 10 anni all'ospedale di Dolo, negli ambulatori cardiologici situati al primo piano del monoblocco nuovo dell’Ospedale. Verrà eseguito uno screening elettrocardiografico. Se dall’esame venissero rilevate delle anomalie, il personale sanitario prenderà in carico il caso per proseguire con una più approfondita valutazione clinica.

“L’iniziativa – hanno spiegato il facente funzioni primario della Cardiologia di Dolo, Marco Michieletto insieme alla responsabile dell’ambulatorio della Cardiologia Pediatrica, Maria Domenica Sorbo - è finalizzata ad evidenziare sia le alterazioni elettrocardiografiche a rischio di aritmie, sia le cardiopatie strutturali con scarsa evidenza clinica, per mezzo di un elettrocardiogramma e, in casi selezionati, di un esame obiettivo cardiaco”.

Controllare il cuore prima dell'attività sportiva

La scelta dell’età dei bambini da sottoporre a questo tipo di screening non è stata casuale: è in quella età, infatti, che si accede all’attività sportiva che deve avvenire in totale sicurezza secondo il decreto Lorenzin con cui, dal 2014, si è prevista l’effettuazione di un elettrocardiogramma (le aritmie durante l’attività sportiva possono degenerare e mettere a rischio il bambino). “La Cardiologia Pediatrica di Dolo – ha continuato la dottoressa Sorbo - dall’epoca della sua istituzione nel marzo 2009, si pone come centro di diagnosi e management per le cardiopatie congenite non identificate o non identificabili con lo screening prenatale, per le quali l’eventuale terapia chirurgica è differibile e pianificabile o addirittura non necessaria”. Nella Cardiologia pediatrica il lavoro viene suddiviso tra la dottoressa Sorbo e le dottoresse Maria Stefani e Maria Cristina Baratella.

Il servizio di Dolo ha in carico circa 600 bambini (di cui 246 in follow up). Sono stati erogati, dal 2009 ad oggi, ecocardiogrammi al 12,7 per 1000 e altre prestazioni di diagnostica cardiologica al 18 per 1000 residenti, di età compresa tra 0 e 14 anni. E’ stato escluso un difetto cardiaco congenito nel 75% dei minori esaminati. Circa 40 bambini sono stati inviati ai Centri di III Livello in prevalenza in Clinica Pediatrica dell’Università di Padova, più raramente in centri fuori regione. “La Cardiologia Pediatrica di Dolo – ha evidenziato il direttore generale della Ulss 3, Giuseppe Dal Ben – sta offrendo un servizio importante per i bambini e molto apprezzato dai loro genitori: un servizio di prevenzione e di diagnosi, di sinergia col territorio (medici di famiglia e pediatri di libera scelta) e di interazione con i centri di livello superiore. Tutti elementi che ci rendono orgogliosi dei nostri professionisti che ci mettono “la faccia" e l’impegno quotidiano".

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cuore in primo piano per tutti: controlli gratuiti per bambini e adulti alla Ulss3

VeneziaToday è in caricamento