Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Covid, "serrata" per altre 3 settimane: «Serve massima attenzione fino al 20 aprile»

Entro mercoledì 31 marzo dovrebbe essere firmato il nuovo decreto Covid, che confermerà il blocco della zona gialla e la chiusura di parrucchieri in zona rossa

Il nuovo decreto legge del governo Draghi sull'emergenza coronavirus sarà pronto probabilmente mercoledì 31 marzo. E confermerà lo stop alla zona gialla, lasciando l'Italia in zona rossa e arancione fino a metà aprile. Con uno spiraglio: una verifica sui numeri per riaprire più celermente se l'epidemia di coronavirus lo permetterà. E l'ok alle scuole aperte fino alla prima media in zona rossa e fino alla terza media in zona arancione. Lo riporta oggi Today.

Restrizioni forti anche dopo Pasqua

Il nuovo decreto Draghi dovrebbe contenere solo alcune norme, ovvero: 

  • confermare il congelamento della zona gialla fino alla scadenza del decreto (ovvero la fine di aprile);
  • colorare tutta l'Italia di rosso e arancione, quindi con bar e ristoranti chiusi, e il divieto di spostamento tra regioni;
  • consentire il rientro in classe agli studenti fino alla prima media in zona rossa e fino alla terza media in zona arancione con il 50% di Didattica a Distanza nelle scuole superiori.

A tutto dovrebbe essere aggiunto l'obbligo vaccinale per il personale sanitario a contatto con i pazienti e la norma a tutela di medici e infermieri vaccinatori. Chi non rispetterà l'obbligo, secondo la bozza che circolava fino a domenica, andrà incontro a sanzioni crescenti che andranno dallo spostamento ad altro incarico fino alla sospensione dello stipendio. Ma senza l'obbligo di licenziamento.

«Ci vuole massima attenzione»

«Il testo del prossimo decreto Covid non è ancora pronto. Ma stiamo dicendo a tutti la stessa cosa: occorre dare ai cittadini una prospettiva di speranza. - così il ministro per le Autonomie, Maria Stella Gelmini - Allo stesso tempo questo non è il momento per dire "riapriamo tutto". Fino al 15-20 aprile ci vorrà ancora molta attenzione, ma poi se i numeri migliorano all'interno del dl servirebbe un automatismo per prevedere aperture mirate senza il bisogno di approvare un nuovo provvedimento».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, "serrata" per altre 3 settimane: «Serve massima attenzione fino al 20 aprile»

VeneziaToday è in caricamento