rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca San Marco

Don Luca Beato, messa solenne per il sacerdote degli "ultimi"

Un "testimone di Dio verso i piccoli e i poveri" quindi "un esempio per l'educazione cristiana". Così nell'omelia il cardinale Angelo Amato, in Basilica di San Marco, a Venezia, ha "salutato" la beatificazione di don Luca Passi (1789-1866)

Un "testimone di Dio verso i piccoli e i poveri" quindi "un esempio per l'educazione cristiana". Così nell'omelia il cardinale Angelo Amato, in Basilica di San Marco, a Venezia, ha "salutato" la beatificazione di don Luca Passi (1789-1866). Una cerimonia, ha detto il card. Amato - Delegato pontificio e prefetto della congregazione vaticana delle cause dei Santi -, che è "una festosa comunicazione di lode". La messa ha visto partecipare bel 1.200 persone nella sola Basilica mentre altre quattromila hanno trovato posto in Piazza San Marco attrezzata con un'area riservata e maxischermi per seguire il rito.

Il Patriarca di Venezia, mons. Francesco Moraglia, all'inizio del rito ha ringraziato "il santo pontefice Francesco per la beatificazione di don Luca Passi". Il religioso, di origine veneziane, è stato beatificato per la sua attività nel bergamasco un apostolato che a Venezia lo portò, tra l'altro, alla fondazione nel 1838 le suore maestre di santa Dorotea. Alla cerimonia, oltre alle autorità locali, hanno partecipato esponenti e cittadini di Brescia, Bergamo, Verona, Treviso, Forlì, Lucca Brindisi, Lamezia Terme e Catanzaro luoghi dove don Passi, come è stato detto, ha lasciato il segno del suo apostolato anche grazie alle Dorotee. Ma fedeli, proprio per il suo insegnamento rivolto ai più piccoli e ai poveri, sono giunti dall'Albania, dall'Africa e dall'America Latina.
(ANSA)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Don Luca Beato, messa solenne per il sacerdote degli "ultimi"

VeneziaToday è in caricamento