menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Espulso, viene sorpreso a vendere ombrelli alla stazione di Venezia

Un cittadino del Bangladesh girava senza documenti per non essere riconosciuto. Grazie alle impronte digitali la polizia è risalita alla sua identità

Destinatario di un provvedimento di espulsione dal territorio italiano. Ma ancora in giro, a proseguire il suo lavoro abusivo di vendita di ombrelli e impermeabili, all'esterno della stazione Santa Lucia di Venezia. Gli agenti della polizia ferroviaria lo hanno fermato domenica, mentre era intento nella sua attività: l'uomo, per evitare di essere riconosciuto, non aveva con sé alcun documento di riconoscimento.

Ma il suo stratagemma si è rivelato inutile. I poliziotti gli hanno rilevato le impronte digitali, risalendo così alla sua identità: si trattava di un 30 enne cittadino del Bangladesh, cui a novembre era stato imposto di lasciare l'Italia. L'uomo è ora indagato per violazione delle leggi sugli stranieri, ed è stato inviato all'ufficio immigrazione per l'adozione dei successivi provvedimenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento