menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Famiglie in difficoltà economica, anche gli assessori contribuiscono al Fondo solidarietà

Costituito nell'ottobre del 2015 per dare sostegno ai cittadini bisognosi. Attualmente nel fondo confluiscono le indennità del sindaco e del consigliere d'amministrazione di Save

Anche gli assessori del Comune di Venezia e la presidente del Consiglio comunale, Ermelinda Damiano, hanno rinunciato formalmente a una parte della loro indennità di funzione per destinarla al “Fondo di solidarietà”, costituito nell'ottobre del 2015 per dare sostegno ai cittadini bisognosi nel Comune di Venezia, alle famiglie in gravi difficoltà economico-occupazionali e per aiutare le fasce deboli della popolazione.

La delibera con il provvedimento è stata approvata oggi dalla Giunta comunale. D'ora in avanti dunque una quota pari al 10% della maggiore indennità di funzione che verrà percepita dagli assessori comunali e dalla presidente del Consiglio comunale, a seguito del rispetto degli obiettivi di finanza pubblica, confluirà nel fondo. Nel ringraziare gli amministratori "per questo gesto di responsabilità", il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, ha ricordato come al fondo di solidarietà possano partecipare anche privati, aziende e imprese con il versamento di un contributo economico sul conto della tesoreria comunale.

Attualmente il fondo viene mensilmente incrementato anche dall'indennità di funzione percepita da Luigi Brugnaro in qualità di sindaco della città di Venezia e di consigliere di amministrazione di Save e dai 'gettoni di presenza' per la partecipazione alle attività istituzionali del consigliere Paolo Pellegrini.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento