menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

20enni a caccia di bici incappano nel proprietario, agenti li graziano

Sono stati sorpresi nel cortile di un palazzo in via Dante a Mestre da uno dei condòmini. Niente arresto ma restano indagati a piede libero

Una bravata da ventenni che poteva finire molto peggio. Venerdì sera, infatti, due giovani si sono introdotti nel cortile di un condominio per rubare delle biciclette. Per loro sfortuna, il proprietario di una delle due ruote in questione li ha colti sul fatto, bloccandoli e segnalando l'intrusione alla polizia.

L'ARRIVO DELLA POLIZIA - Il misfatto, nella tarda serata in via Dante, in centro a Mestre. Uno dei due giovani è riuscito in un primo momento ad allontanarsi. L'altro invece è rimasto a tu per tu con il condomino arrabbiato, fino all'arrivo della volante. Poco dopo l'arrivo degli agenti, l'amico, tornato sui suoi passi, ha raggiunto il compagno nel cortile incriminato.

UNA BRAVATA - I due ventenni, sebbene beccati nel bel mezzo di un tentato furto, sono stati però graziati dalle forze dell'ordine e se la sono cavata con un "discorsetto" e tanta paura. Infatti, contestualizzato l'episodio come una bravata, i due hanno scampato le manette e restano indagati a piede libero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Attualità

Federica Pellegrini stasera al Festival di Sanremo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento