menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stuprò in gruppo una donna, giostraio di Mirano preso dopo la sua latitanza

D.D., 28enne, venerdì stava camminando nel centro di Zelarino quando è stato arrestato dai carabinieri. Il giovane era sparito dal 20 dicembre, quando per lui era stato chiesto il carcere

Camminava tranquillamente nel centro di Zelarino nonostante avesse sulle spalle un ordine di carcerazione per violenza sessuale di gruppo. D.D., 28enne pregiudicato originario di Camposampiero, venerdì sera è stato arrestato dai carabinieri della tenenza di Dolo. I militari stavano sulle sue tracce dal 20 dicembre scorso, quando era stata emessa l'ordinanza di custodia cautelare di un anno e sei mesi nei suoi confronti dalla Procura di Venezia.

Il giovane, giostraio, appresa la notizia, si era subito dato alla macchia, sparendo dalla sua abitazione di Mirano dove risiedeva con la moglie da tempo. Le forze dell'ordine ci hanno messo alcune settimane per ricostruire gli spostamenti dell'uomo, che nel frattempo ha potuto contare su una rete di appoggi che gli hanno permesso di muoversi spesso sul territorio, fino ad arrivare all'arresto, avvenuto verso le 22.

I carabinieri hanno "mosso le acque", sondato le proprie fonti. Il giovane, vistosi braccato, non ha tentato nemmeno di scappare, consegnandosi. Lo stupro sarebbe stato commesso da tre o più persone nel 2009 a Montebelluna, ai danni di una 35enne. Le indagini continuano per scoprire quali persone abbiano fornito ospitalità all'arrestato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento