rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Brugnaro all'inaugurazione del Viu: "La tecnologia ci aiuti a salvaguardare la città"

Il sindaco è intervenuto giovedì pomeriggio alla cerimonia di inaugurazione del semestre primaverile del Venice International University. Lectio del presidente Cnr, Massimo Inguscio

Il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, è intervenuto questo pomeriggio nell'isola di San Servolo all’inaugurazione del semestre primaverile del Globalization Program della VIU- Venice International University. Presenti anche l'ambasciatore Umberto Vattani e Carlo Giupponi, rispettivamente presidente e decano della VIU, Massimo Inguscio, presidente del CNR - Consiglio Nazionale delle Ricerche, il prefetto e il questore di Venezia, Carlo Boffi e Angelo Sanna.

Al primo cittadino sono andati i ringraziamenti dell'ambasciatore Vattani per aver accolto l'invito a presenziare alla cerimonia: “Una presenza significativa, che ci rende orgogliosi e onorati”.

“L'arte e la cultura - ha esordito il sindaco Brugnaro nel suo intervento – non bastano a salvare Venezia. Anche la scienza e la tecnologia possono essere strumenti fondamentali per la salvaguardia della nostra straordinaria città. Penso, ad esempio, all'utilizzo dei satelliti per rendere sempre più precisa ed efficace la previsione delle maree; o ancora alle strategie che possono essere sviluppate per affrontare le conseguenze, spesso devastanti, dei cambiamenti climatici. Sono problemi che vanno affrontati con urgenza e indagati in modo ampio e trasversale: Venezia può in questo senso diventare un luogo di sperimentazione e di confronto, da cui possono nascere idee e soluzioni innovative”.

La cerimonia è poi proseguita con una lectio magistralis tenuta da Inguscio, dal titolo “Research for a sustainable world”. Al centro dell'intervento del presidente del CNR una riflessione sul ruolo fondamentale della sinergia tra competenze e ricerca, parole chiave per avvicinarsi al futuro e garantire un mondo sostenibile.

Venice International University è un'istituzione unica nel panorama accademico internazionale, alla quale aderiscono 17 università provenienti da varie parti del mondo tra le quali Ca’ Foscari, IUAV di Venezia, Duke University,  Boston College, due Università cinesi, una giapponese e, ultima arrivata, l’Università di Lovanio, che hanno creato sull'isola di San Servolo un unico campus per affrontare temi globali di comune interesse. Al semestre di primavera del Globalization Program della VIU sono iscritti più di 140 studenti di oltre 20 diverse nazionalità, tra cui una quarantina di italiani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brugnaro all'inaugurazione del Viu: "La tecnologia ci aiuti a salvaguardare la città"

VeneziaToday è in caricamento