Incendio in comunità a Marghera, a fuoco una palma: "Ormai situazione fuori controllo"

L'allarme del presidente della Municipalità, Gianfranco Bettin: "Preoccupa il ripetersi in via Coletti di comportamenti che tolgono la tranquillità e la sicurezza al quartiere. Si intervenga"

Un altro episodio come altri che mettono a repentaglio la tranquillità del quartiere. A dirlo è il presidente della Municipalità di Marghera, Gianfranco Bettin, in riferimento alla Comunità educativa - riabilitativa per minori e adolescenti “Gaia” di via Coletti.

Preoccupazione

"Ieri sera - scrive Bettin - è andata a fuoco una grande palma del giardino interno della comunità, una struttura accreditata dall’Ulss che affronta situazioni di disagio psico-fisico e con disturbi anche gravi del comportamento, che può accogliere fino a una dozzina di ospiti, e che fa capo alla società “Sereni Orizzonti”, attiva soprattutto nel campo delle residenze per anziani, presente in tutta Italia. Il fatto ha molto allarmato i residenti, considerando la contiguità delle abitazioni in un quartiere popoloso e la stessa vicinanza di un distributore di benzina (alle spalle della struttura)". 

Impatto sul quartiere

Ciò che più preoccupa, tuttavia, dice Bettin, è il ripetersi di comportamenti che mettono a rischio la tranquillità e la sicurezza del quartiere. Molte testimonianze, giunte alla Municipalità e diffuse sui “social” del territorio, oltre a impressionanti circostanze del rischio in atto (anche attraverso video), riferiscono di una situazione ormai spesso fuori controllo, con risse, minacce, insulti, schiamazzi, comportamenti di forte impatto sul circondario, a tutte le ore del giorno e della notte, e ipotizzano l’incapacità o l’impossibilità di chi opera nella struttura e la dirige di garantire una gestione ordinata ed efficace".

L'appello

"Abbiamo scritto al sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, all’assessore alla Coesione Sociale, Simone Venturini, e al direttore e al responsabile dell’area sociale dell’Ulss, Giuseppe Dal Ben, affinché si adoperino per verificare se tutti i requisiti richiesti per gestire una struttura di tale delicatezza e importanza siano assicurati nella Comunità di via Coletti, chi ne siano i responsabili, e se si ritenga di doverli convocare per riferire in dettaglio sull’attività svolta e in particolare sui problemi denunciati ripetutamente dai cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Bozza del nuovo Dpcm: stretta sui bar, punto su visite e scuola

  • Zaia conferma: «Il Veneto sarà in area arancione»

  • Il Veneto sarà ancora in area arancione da domani: cosa si può fare e cosa no

Torna su
VeneziaToday è in caricamento