menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furti nei cimiteri, ladro individuato: in casa i peluche sottratti dalle tombe di bambini

Operazione della polizia locale di San Donà insieme a quella di Musile, razzie compiute anche a Passarella. "Il responsabile è una persona che ha bisogno di aiuto". Si cercano i proprietari

La conclusione di una vicenda amara, motivo di ulteriore sofferenza per persone che già devono convivere con il dolore per la perdita di un caro. Sono stati ritrovati gli oggetti che erano stati trafugati dalle tombe del cimitero di San Donà di Piave e, probabilmente, da quello di Passarella: rosari, statuine, giocattoli, peluche, cimeli sacri privi di valore economico ma di grande valore affettivo, per coloro che li avevano depositati accanto ai sepolcri dei propri familiari. Tra questi sono stati individuati quelli lasciati da una madre e un padre sulla tomba della loro bambina.

Oggetti collezionati in casa

Quest'ultimo furto era avvenuto il giovedì precedente la Pasqua. Da allora si è sviluppata una lunga indagine condotta dalla polizia locale di San Donà, e in particolare dal vicecomandante Paolo Carestiato, con la collaborazione del Comando di Musile. Il colpevole è stato inchiodato giovedì mattina e denunciato a piede libero: si tratta di una persona di cittadinanza italiana, residente in un comune del Sandonatese. La perquisizione nella sua abitazione ha permesso di scovare gli oggetti scomparsi.

Si cercano i proprietari

«E' una situazione molto triste – spiega Carestiato – Verosimilmente la persona individuata compulsivamente sottraeva ricordi dai cimiteri per accumularli in casa propria. Siamo di fronte a una persona che ha bisogno di aiuto. Invitiamo chi avesse subito sparizioni di ricordi dalle tombe dei propri cari a rivolgersi al Comando nei normali orari di apertura. Si invita a tenere conto della delicatezza della situazione e a non aggiungere dolore a chi già lo ha provato». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento