menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lido, Castello e Murano: piovono denunce e arresti in laguna

Tra marijuana sequestrata, taccheggiatori bloccati, ordinanze di custodia e ricettatori con portafogli rubati super lavoro per i carabinieri veneziani

Giorni di Redentore. Giorni di super lavoro anche per i carabinieri della compagnia di Venezia, alle prese naturalmente non solo con i flussi turistici, ma anche con qualche giro illegale che inevitabilmente rinvigorisce durante le ore di festa. Più gente in centro storico e più spazio anche per qualche condotta oltre il limite di legge. Per questo motivo, anche nelle isole, sono stati segnalati in prefettura sei giovani, tra cui alcuni studenti, in possesso di marijuana per uso personale. Nel complesso negli ultimi giorni sono stati sequestrati circa 50 grammi di stupefacente.

Le manette, invece, sono scattate nei confronti di due ricercati residenti a Castello e a Murano. Nei confronti di M.M., 49 anni, e A.C., 40 anni, sono stati eseguiti due ordini di carcerazione emessi rispettivamente dalla Procura di Padova e Venezia. Denunciato a piede libero invece per ricettazione un pregiudicato sempre di Castello, trovato in possesso di un portafoglio che era stato rubato in un appartamento del centro storico, di proprietà di una donna.

I carabinieri della Stazione del Lido hanno infine denunciato un giovane ucraino, colpevole di aver trafugato da un esercizio commerciale del posto alcuni capi di abbigliamento. Il ladruncolo aveva manomesso il sistema antitaccheggio, ma i suoi piani non sono andati a buon fine. La refurtiva veniva recuperata e restituita all'esercizio commerciale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento