Cronaca San Michele al Tagliamento

Due turisti morti in spiaggia a Bibione

Doppio intervento domenica mattina, entrambi sarebbero stati colti da malore. A Jesolo, invece, gli assistenti bagnanti sono stati impegnati in vari salvataggi con il mare mosso

Due persone hanno perso la vita sulla spiaggia di Bibione domenica mattina a pochi minuti di distanza, entrambi nella zona centrale del litorale. Uno di loro è un 51enne (A.G., nato in Kazakistan e di nazionalità tedesca) che si è sentito male poco dopo le 11 mentre si trovava sulla battigia: avrebbe avuto un malore improvviso, gli altri bagnanti hanno lanciato l'allarme ma i tentativi di soccorrerlo sono stati vani. Sul posto è arrivato anche l'elicottero del 118, mentre i carabinieri hanno svolto le indagini per ricostruire l'accaduto.

Negli stessi minuti un altro turista è stato soccorso per un episodio simile. Ci sono stati dei tentativi di rianimazione da parte dei bagnini e del personale sanitario, ma anche in questo caso non c'è stato nulla da fare. Ad occuparsi degli accertamenti è la polizia locale. L'uomo, in base alle prime informazioni, era da solo e non è ancora stato identificato. I due decessi, come detto, sarebbero dovuti a cause naturali e quindi non collegati alle cattive condizioni meteo. Visto il maltempo e il mare mosso, comunque, oggi è sconsigliato fare il bagno.

Salvataggi a Jesolo

Proprio il mare mosso ha creato delle difficoltà a Jesolo, dove, sempre nella giornata di domenica, i bagnini sono intervenuti più volte in soccorso dei bagnanti. Due episodi distinti si sono verificati all'altezza della torretta 22, poco prima delle 14, con gli assistenti della Jesolo Turismo impegnati a riportare a riva prima una turista tedesca di circa 45 anni e poi una ceca sulla sessantina: entrambe si erano trovate in difficoltà a ridosso di un pontile, con le onde che le spingevano pericolosamente contro la struttura.

Altro salvataggio all'altezza della torretta 10, sempre intorno alle 14: i bagnini dell'Arenile Mazzini si sono tuffati per soccorrere due ragazzi che stavano annaspando a circa 100 metri dalla riva e li hanno riportati in salvo. «Uno di loro era ormai allo stremo delle forze, avrebbe resistito ancora per poco - raccontano gli assistenti bagnanti che hanno effettuato il salvataggio, Renzo Priviero e Christopher Menegazzo - li abbiamo raggiunti a nuoto e recuperati, uno ciascuno, riaccompagnandoli fino ad un punto in cui riuscivano a toccare».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due turisti morti in spiaggia a Bibione

VeneziaToday è in caricamento